Al Tardini si è da poco conclusa Parma-Roma che ha visto gli emiliani vincere 2-0 grazie alle reti di Sprocati e Cornelius. Chris Smalling ha parlato nel post gara. Ecco le sue parole:

Roma Tv

Il Parma ne aveva di più?
"Non credo. Ovviamente abbiamo avuto un mese difficile, ma prima di queste ultime due partire è stato positivo. In tre giorni sono arrivate due sconfitte un po' così. Oggi forse nel nostro momento migliore abbiamo preso gol. Siamo anche un po' frustrati per aver perso posizioni in classifica".

La sosta può aiutarvi?
"Non credo perché quando perdi una gara vorresti giocarne un'altra per rimediare e non poterlo fare potrebbe aumentare la nostra frustrazione. Lavoreremo duro per farci trovare pronti per la prossima gara".

Non era meglio avere pazienza per non dare campo agli avversari?
"Lo avevamo visto nei video e l'idea era quella di tenere palla senza dargli spazio per il contropiede. Volevamo vincere tanto questa partita. Secondo me abbiamo controllato la partita, ma siamo stati sfortunati".

La tua esperienza può essere molto d'aiuto. Stai imparando l'italiano?
"Sì effettivamente quando sono stato preso dalla squadra è stato subito messo in chiaro che si aspettavano un grande contributo dentro e fuori dal campo così da far valere la mia esperienza e cercare di essere d'esempio perché siamo una squadra molto giovane. Ci sono alcuni giocatori esperti come me, Dzeko e Kolarov. Lavoriamo sodo e sono sicuro che questa squadra farà vedere cose buone dopo la ripresa".

Sky Sport

La Roma ha ritrovato continuità, Fonseca è soddisfatto...
"La squadra sta trovando i giusti equilibri, ha trovato la giusta dimensione, anche per esigenze. Non siamo tantissimi, non si poteva pensare di fare un turnover esagerato oggi. La squadra ha sopportato lo stress agonistico dell'ultimo mese, i ragazzi stanno bene. Oggi c'è una partita difficilissima e spero che ci sia l'entusiasmo e la voglia di far bene per andare avanti".

Dal Borussia dicono che è decisiva per loro.
"Non dobbiamo guardare ciò che dicono gli altri, dobbiamo pensare a noi stessi fare la nostra prestazione consapevoli della nostra forza e mantenere quell'umiltà che ci sta contraddistinguendo in questo periodo. Mi piace pensare di avere una Roma quadrata che fa la sua partita, poi alla fine dei 95 minuti tireremo le somme. Però sono ottimista perché la squadra ha lavorato bene e sta lavorando bene".

Rose ha cambiato tanti giocatori nelle ultime partite.
"Non so loro che assenze hanno e che rotazioni hanno fatto, credo che l'avversario vada sempre rispettato, soprattutto quello che è davanti a tutti nel campionato tedesco. Sono dell'avviso che è la propria squadra che deve avere le proprie certezze e consapevolezze, credo che oggi la Roma le abbia. Se giochiamo con la giusta rabbia e la sana cattiveria e la giusta umiltà possiamo far male a chiunque, l'importante è che ci sino questi tre ingredienti fondamentali".

Quanto era stanca la squadra?
"E' stato un mese lungo nel complesso positivo. peccato per questa settimana dove abbiamo mancato l'occasione di consolidare la nostra posizione in Europa League e in Serie A, per questo c'è frustrazione e non vediamo l'ora di tornare a giocare".

Quanto soffrite squadre come il Parma?
"In queste partite lo si è visto anche giovedì in coppa abbiamo dominato la partita è vero abbiamo concesso qualche contropiede ma nel complesso abbiamo controllato la partita. Dobbiamo continuare a lavorare per riscattare questa doppia delusione".

La Roma sta facendo tanto per tenerti a Roma...
"In questo momento sono concentrato solo sull'avere una bella stagione con la squadra, arrivare in Champions League e vincere qualcosa già quest'anno. I miei sforzi vanno tutti in questo senso e a fine stagione vedrò".