Chris Smalling è uno dei protagonisti del documentario "Football going vegan". Il calciatore inglese della Roma ha spiegato il suo approccio ad un regime alimentare che non prevede proteine di origine animale:

"La cosa che mi ha spinto di più a diventare vegano è il benessere degli animali. Magari ho iniziato per gli aspetti legati alla salute, visto che mi riprendevo meglio dopo le partite. Poi ho visto alcuni documentari, ho letto dei libri e ho scoperto cose difficili da ignorare. I compagni di squadra fanno domande. Le battute ci sono, è normale, ma vogliono comunque ascoltare il mio percorso e fanno domande. Uno in particolare? Lukaku, ma anche Lindelof. Gli ho mandato tante ricette che facciamo a casa. Le persone si interessano, se mi fanno domande sono felice di rispondere. Una volta a mensa l'opzione vegana non c'era proprio, o se c'era era regalata in un angolo della lavagna. Ora è su quella stessa lavagna, ha la lettere ‘V' accanto ed è bello vedere come molte persone la scelgano, spesso il vassoio rimane quasi vuoto".