L'appuntamento è oggi a Trigoria. Il procuratore di Devid Bouah si incontrerà con il ds Petrachi per firmare il nuovo contratto del giocatore. Contratto che lo legherà alla Roma sino al trenta giugno del 2024, tre anni in più rispetto all'attuale vincolo contrattuale che lo lega al club giallorosso sino al trenta giugno del 2021. Le parti già si sono incontrate più di una volta, il punto d'incontro è stato trovato e oggi, a meno di sorprese, ci sarà la fumata bianca.

Il giusto riconoscimento per questo ragazzo (2001) che definire sfortunato è poco, ricordando il crociato che si è rotto un anno fa e, soprattutto, l'altro crociato che gli è saltato nella prima di campionato con la Primavera dopo sette minuti dal suo rientro in campo. Nei giorni successivi ha ricevuto centinaia di messaggi, compresi due videomessaggi di Daniele De Rossi dall'Argentina. Tutte cose che gli hanno dato ancora maggiore forza per ripartire nel duro percorso della riabilitazione e mettersi possibilmente alle spalle la sfortuna che lo ha accompagnato nell'ultimo anno. Bouah (nella Roma gioca anche il fratello che dicono altrettanto forte) durante l'ultimo mercato era stato richiesto dalla Juventus nell'ambito di un'eventuale operazione per Rugani.

La Roma rispose un no secco perché crede molto in questo ragazzo. E oggi lo ribadirà con la firma sul nuovo contratto.