Ottavi di Champions, c'è lo Shakhtar Donetsk: a Charkiv il 21 febbraio, a Roma il 13 marzo

I giallorossi se la vedranno con la formazione ucraina. Totti: "Non bisogna sottovalutarli, soprattutto in casa giocano molto bene"

La Redazione
11 Dicembre 2017 - 11:26

Sarà Roma-Shakhtar Donetsk l'ottavo di finale di Champions League. La gara d'andata si giocherà in Ucraina mercoledì 21 febbraio, quella di ritorno all'Olimpico martedì 13 marzo.

LE PAROLE DI TOTTI

Francesco Totti a Mediaset: "Per quello che c'era rimasto alla fine direi che ci è andata abbastanza bene. Ma non bisogna sottovalutare lo Shakhtar perché è forte fisicamente e tecnicamente, in casa soprattutto giocano molto bene. Più si va avanti e più è difficile. Lo Shakhtar sar fermo perché il campionato ucraino finisce, questo per noi sarà un vantaggio. In questo momento c'è tanta armonia, perché si trova con i risultati. Di Francesco ha messo tutto se stesso per far sì che la Roma torni in alto in classifica. Ci godiamo il momento bellissimo e speriamo che continui fino a fine stagione. Sorpreso da Di Francesco? Come persona no, lo conoscevo. Come allenatore mi ha sorpreso e so che migliorerà ancora. Per noi il campionato è più importante della Champions ma sappiamo che andando avanti troveremo squadre più forti della Roma, non bisogna nascondersi. Il calcio riserva tante sorprese ed è bello per questo, cercheremo di metterle in difficoltà tutte. Io ho un grande gruppo e un grande staff che mi fanno stare tranquilli, io cerco di contraccambiarli. In un gruppo c'è sempre da migliorare anche quando le cose vanno bene, migliorare questa Roma non è semplice, ma ora ci metteremo seduti col mister e con Monchi e capiremo come si può ancora migliorare la rosa. Dissi dopo il sorteggio dei gruppi che il problema non è nostro ma di chi ci affronterà. Ora è diverso, è andata e ritorno e ci sono meno possibilità di sbagliare"

© RIPRODUZIONE RISERVATA