Jordan Veretout, centrocampista della Roma, ha rilasciato alcune dichiarazioni a Sky Sport in vista della partita con la Juventus: "La partita contro la Juventus vale tre punti. Noi giochiamo sempre per vincere e andremo a Torino con questo obiettivo. Sarà una bella sfida ma alla fine vale tre punti - sottolinea Veretout - noi giochiamo sempre per vincere. Abbiamo un allenatore che ha vinto quasi tutto e questo conta. Vincere partite come quelle contro la Juventus sarebbe importante. Con Mourinho lavoriamo molto bene, ci ha trasmesso una nuova mentalità. In allenamento diamo il doppio per soddiisfarlo e continuando a seguirlo possiamo arrivare in alto".

Il francese è reduce dalla vittoria della Nations League: "Sono molto contento di aver vinto un trofeo con la mia nazionale, è una cosa favolosa. Sono con il gruppo da poco tempo ma sto molto bene. Vincere un trofeo con la Francia è la cosa più bella". La testa ora è alla Roma: "Arriviamo da una stagione difficile - ammette - ora dobbiamo continuare a giocare con la fiducia che stiamo dimostrando sul campo, restare tranquilli e andare avanti così. Abbiamo un mese difficile, già pensiamo alla Juve e vedremo poi per il resto della stagione. L'anno scorso non abbiamo vinto contro le big del campionato. Spero che quest'anno si possa fare di più".

"L'inserimento è una delle mie qualità, mi piace arrivare in area partendo da lontano. Mi piace fare assist e fare gol. Ora sto segnando con continuità ma posso fare ancora meglio e spero di segnare ancora di più. I rigori? Mi alleno tutti i giorni a calciarli, provo a stare tranquillo quando metto la palla sul dischetto. Sono concentrato, è un gioco psicologico con il portiere avversario. Serve restare sereni. Alla fine penso che se sbaglio non è un dramma. Un giorno mi succederà sicuramente di sbagliare un rigore ma se c'è la fiducia prendo la palla con la giusta calma e voglio sempre fare gol", ha concluso Veretout.