Si parte. Oggi l'amichevole a Frosinone contro il Debreceni che concluderà la prima parte del ritiro. Subito dopo la fine della partita, rientro a casa ma giusto per chiudere le valigie visto che domani in tarda mattinata ci sarà la partenza per il sud del Portogallo, regione dell'Algarve, dove i giallorossi vivranno la seconda parte di questo precampionato. Mourinho e i suoi discepoli, domani mattina si imbarcheranno su un charter battente bandiera giallorossa, rotta per l'aeroporto di Faro dove si arriverà dopo circa due ore e mezza di volo. Da lì ci sarà il trasferimento nel resort cinque stelle scelto per il ritiro, il Tivoli Carvoeiro. Martedì prossimo la Roma sarà raggiunta anche dai proprietari, Dan e Ryan Friedkin, direttamente dalla Francia dove stanno trascorrendo qualche giorno di vacanza.

La comitiva romanista rimarrà al Carvoeiro fino al prossimo sei agosto da dove poi si trasferirà a Siviglia per giocare, il giorno dopo, l'ultima amichevole prevista in questo periodo, contro il Betis (fischio d'inizio alle ore ventidue). Dopo la conclusione della partita contro il Betis, la Roma si imbarcherà di nuovo su un charter per fare rientro a casa. Il periodo di lavoro in Portogallo per Mourinho sarà molto importante per capire i progressi del gruppo e dei singoli. I giallorossi si alleneranno all'Estadio Municipal da Bela Vista situato nel comune di Parchal, distante nove chilometri dal resort monopolizzato dalla Roma che partirà con una comitiva di oltre sessanta persone. Nel periodo portoghese, oltre all'amichevole di fino ritiro contro il Betis, sono state programmate già altre due partite. La prima ci sarà quarantotto ore dopo l'arrivo, avversario il Porto, fischio d'inizio fissato per le venti, si giocherà nello stesso stadio degli allenamenti. Il secondo test è programmato tre giorni dopo (Mourinho vuole giocare ogni settandue ore), nello stadio di Faro contro il Siviglia del senor Monchi. Ancora da definire, invece, l'amichevole che la Roma vorrebbe giocare il quattro agosto. È possibile che ci si sposti in Spagna per giocare contro un club di primo livello della Liga.

Come detto, il rientro a Roma è stato fissato nella notte del sette agosto. Una volta sbarcati è prevedibile che il tecnico (che nel periodo portoghese si augura di poter abbracciare sia Vina che Xhaka) conceda un paio di giorni di riposo. E dopo è probabile che la Roma faccia il suo esordio all'Olimpico. Si sta infatti cercando di organizzare un'amichevole contro un avversario di prestigio per il quattordici agosto, una specie di presentazione ai tifosi. Che potranno essere sugli spalti dell'Olimpico in quella data. Per quel giorno la Roma sta provando ad avere la massima capienza possibile. A Trigoria si augurano che per il quattordici agosto si possa consentire l'ingresso dei tifosi almeno per ventimila persone a cui presentare la prima Roma di Mou.