José Mourinho ha rilasciato un'intervista a Correio da Manhã, nel corso della quale ha spiegato il suo ritorno in Italia, alla Roma. "Volevo lasciare l'Inghilterra, allo stesso modo in cui quando ho lasciato il Real Madrid volevo andare in Inghilterra. In questo periodo sono stato in 3 club diversi e ho pensato che fosse il momento giusto per partire in un paese in cui mi è piaciuto molto stare e lavorare e dove ho avuto successo".

"La Roma è un club gigante con tifosi incredibili e assetati di qualcosa, perché a loro non è successo niente di buono negli ultimi 20 anni. Secondo i nuovi proprietari, è stato necessario un lavoro approfondito per organizzare il club. Il primo assunto è stato un direttore generale e il secondo un allenatore con grande esperienza a questi livelli. Non pensiamo a vincere subito, ma è un lavoro che coinvolge passione perché è una città speciale, con un club che non è stato speciale nel senso di avere qualcosa da festeggiare".