Da oggi sulle maglie non comparirà più il marchio come main sponsor di Qatar. Il contratto è scaduto e la compagnia aerea alla società ha risposto picche a proposito della possibilità di un nuovo accordo annuale più un'opzione per un'ulteriore, seconda stagione. Vista la situazione economica mondiale che, in tutti i settori, ha visto pagare un pedaggio pesante alla pandemia, l'offerta della Roma è stata respinta anche se era stata inferiore ai tredici milioni annui del precedente accordo. Al momento, nonostante negli uffici londinesi della società si stia lavorando parecchio a questo proposito, è concreta la possibilità che nella prossima stagione la maglia della Roma non abbia il main sponsor, cosa peraltro già successa in passato.

A proposito di maglia, poi, c'è da dire che sempre ieri è scaduto definitivamente l'accordo con Nike come sponsor tecnico. In questo caso nessuna sorpresa visto che quando c'era ancora Pallotta come presidente, l'accordo con il marchio a stelle e strisce era stato annullato in anticipo per volere di entrambe le parti. In questo caso, però, la Roma già da qualche mese aveva fatto sapere che il nuovo sponsor tecnico sarà la New Balance, brand pure questo americano, sede principale a Boston, un fatturato e una visibilità sempre più crescente. Il marchio già da tempo alla società ha fatto arrivare le nuove maglie per la prossima stagione. Saranno quattro (una storica) invece che le canoniche tre. E chi le ha viste ha detto di averle trovate bellissime. Del resto le maglie della Roma sono sempre belle e presto saranno presentate ufficialmente.