L'iniziativa

L'As Roma Ciclismo e Gualtieri sulla ciclabile sul Tevere

Protagonisti durante l’evento nella settimana della sostenibilità. E al museo “Exlpora” i più piccoli hanno imparato a riparare una bicicletta e a guidarla in modo sicuro

Gualtieri e l'As Roma Ciclismo sulla pista sul Tevere

Gualtieri e l'As Roma Ciclismo sulla pista sul Tevere

22 Settembre 2022 - 11:27

É stato un fine settimana speciale per l’A.S. Roma Ciclismo, quello scorso. Caratterizzato dalla pertecipazione a “Strade Future”, l’iniziativa legata alla settimana europea della mobilità in cui la società è stata convolta da “Ar2gether”, associazione culturale non-profit che vuole fare dell’arte e della cultura un "mezzo per puntare l’attenzione su temi sociali contemporanei”. Sabato i ciclisti giallorossi hanno partecipato a “Bike Together”, una pedalata organizzata sulla pista ciclabile dal Parco della Musica fino a Lungotevere Tor di Nona, collegando idealmente le due installazioni artistiche realizzate dal collettivo “Sbagliato”: le sculture nei pressi del Viadotto di Pier Luigi Nervi, installate nei pressi della pista ciclabile della zona che - trattata con una vernice fotoluminescente - durante il giorno incamera luce solare per risplendere di notte con un effetto fluo, e le immagini realizzate con materiali riciclabili e inchiostri a base acqua privi di solventi nei pressi dei muraglioni di Lungotevere Tor di Nona. Lì si è intervenuto anche sulla segnaletica orizzontale della pista ciclabile.

Alla pedalata ha partecipato anche il sindaco di Roma Roberto Gualtieri, con l'assessore alla mobilità Eugenio Patanè. Le cicliste i ciclisti giallorossi hanno in pratica “scortato” il sindaco durante il percorso e naturalmente non poteva mancare l’incontro con il “Sindaco” della A.S. Roma Ciclismo, come viene soprannominato Luigi Maura. Con lui, anche Gabriella Asci, Giuliano Buzzetti, Claudio Di Pilato, Alessandro Francia, Roberto Giuli, Roberto Marcotullio, Fabio Mezzetti, Marcello Raponi, Catia Saulini e Alfredo Viri, una fedelissima come Silvia Massacci e un volto storico della società come Umberto Proni, consigliere, nonché grande ciclista e direttore sportivo in passato. Il tutto nonostante il giorno dopo fosse prevista una importante gara a L’Aquila. Un bel segno di attaccamento a una Società che ancora una volta si è dimostrata una realtà unica nel panorama del ciclismo amatoriale.

Il giorno dopo un altro bel momento presso il museo per i bambini “Explora” con tanti bambini che hanno potuto imparare come riparare una bicicletta, come guidarla in maniera sicura rispettando le regole del codice della strada, si sono divertiti con i truccatori de “Il Coccodrillo innamorato” e hanno portato a casa un regalo firmato A.S. Roma Ciclismo. Uno zainetto (sponsorizzato da Moncelsi – Costruzioni e Appalti) con dentro succo di frutta, braccialetti della Società che lo sponsor tecnico (On Sport) ha ricavato dal materiale avanzato in fase di realizzazione dei completi da gara, in ottica assolutamente green e anti-spreco, quindi coerente con lo spirito di “Strade Future”. Il tutto con un grande protagonista, il responsabile del Team MTB Gabriele “Cap” Diaferia, che ha intrattenuto grandi e piccoli con i suoi consigli su come prendersi cura della propria bici. Le strade future saranno percorse da futuri ciclisti responsabili grazie a questa splendida giornata. E, chissà, magari qualcuno di loro lo vedremo anche in maglia giallorossa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA