Le dichiarazioni

Femminile, Spugna: "Queste vittorie ti fanno grande forza"

Il tecnico: "Ho detto alle ragazze che qui ci sono 25 titolari. Se andiamo avanti in Champions si gioca ogni tre giorni, tutte devono sentirsi importanti". 

La Redazione
24 Settembre 2022 - 17:40

Alessandro Spugna, tecnico della Roma Femminile, ha parlato in zona mista e ai canali ufficiali del club giallorosso al termine di Roma-Fiorentina 2-1. Di seguito le sue parole.

Le parole di Spugna in zona mista

Vittoria sofferta, si è sbagliato qualche gol. 
"È nella nostra filosofia ormai (ride, ndr). Vittoria sofferta perché l'avevamo in comando, ci siamo disuniti dopo il gol subito ma sono state brave a riprenderla. Queste vittorie ti danno grande forza nel riprenderle, l'anno scorso non lo avresti fatto, oggi soffrire e recuperare, non dimentichiamo che siamo tornate giovedì e oggi siamo andate in campo. Vittoria importante, bellissima, da sei punti". 

In passato quando si faceva turn over l'approccio non era dei migliori.
"Ho detto alle ragazze che qui ci sono 25 titolari che devono farsi trovare pronte tutte. Se andiamo avanti in Champions si gioca ogni tre giorni e servono tutte, tutte devono sentirsi importanti". 

Serturini ha macinato chilometri, che gara ha fatto?
"Si sacrifica molto, mette tanta quantità rispetto al passato, che giocava più alta, ha fatto una partita importante, ha fatto una grande gara. La delusione del mancato europeo le stava pesando, ora si è ripresa". 

Sei preoccupato dai troppi errori sotto porta?
"No, sono sempre dell'idea che quando crei tanto prima o poi la palla la butti dentro. Abbiamo calciatrici che sanno fare gol, è solo un momento, la finalizzazione dipende da come arrivi la palla, oggi abbiamo creato tanto, quando crei così tanto...l'anno scorso su palla inattiva non eravamo tanto pericolose, ora sì". 

Che settimana è stata?
"Faticosa. A Torino una grande gara, ci è mancato solo il gol del ko, poi quando siamo rimaste in 10 abbiamo fatto una gara importante. A Praga una gara bella, vinta in rimonta, spendi tante energie. Oggi sapevamo sarebbe stata complicata, la fatica poteva farsi sentire, vincere così ti dà la spinta per giovedì". 

Che Sparta si aspetta per giovedì dallo Sparta?
"Lo Sparta devi affrontarlo, ti aggredisce forte, mi aspetto che proveranno a ribaltare il risultato, dovremo provare a controllare la gara. Fare gol ti metterebbe in una grande posizione, abbiamo un piccolo vantaggio".

Come sta Linari? 
"Fino al gol loro eravamo in comando, oggi volevamo andare a prenderle alte con il braccino, ma per fare questo serve che attaccanti e centrocampisti pressino molto, dopo il gol siamo andate in difficoltà, poi abbiamo messo Elisa che ci ha dato freschezza. Siamo rimaste a 3, non c'era bisogno di mettersi a 4. Linari sta recuperando, non sapre dirti per giovedì, spero di averla in panchina, decideremo il giorno prima". 

Spugna ai canali ufficiali della Roma

Un'altra rimonta. Sembra che la Roma debba sempre prendere uno schiaffo prima di entrare nell'ordine di idee di far entrare la palla in rete.
"Speriamo che non diventi un'abitudine, altrimenti le mie coronarie faranno fatica. È stata una grande partita, specie nel secondo tempo, perché se vai in svantaggio contro una squadra che fa delle ripartenze la propria arma migliore, poi diventa difficile. Invece siamo state brave a riprendere in mano la gara e a fare un secondo tempo alla grande, vincere la partita e avere anche due o tre situazioni verso la fine per chiuderla. Sono tre punti meritati. Anzi quasi quasi sono sei, per come si era messa. Era veramente complicata".

La Roma è stata sempre in controllo.
"È dall'inizio della stagione che siamo in controllo delle partite. Oggi forse dopo il gol della Fiorentina abbiamo perso un po' di equilibrio, ci siamo disunite un po', ma ci poteva stare, perché si è fatta sentire la fatica della partita di giovedì scorso. Siamo state molto brave a riprenderla. In questo momento, la forza è tutta la rosa, perché ci sono stati dei cambi e i cambi anche oggi hanno fatto la differenza, e abbiamo vinto la partita".

Ora riposo, poi testa alla sfida di giovedì con lo Sparta Praga.
"Assolutamente sì. Adesso meritato riposo, e da lunedì inizieremo a pensare a questa partita veramente speciale, perché ci potrebbe dare la qualificazione ai gironi di Women's Champions League. Significherebbe essere tra le 16 migliori squadre d'Europa. Sarebbe veramente un sogno"

© RIPRODUZIONE RISERVATA