Anche Andrea Agnelli è costretto a cedere davanti all'evidenza che la SuperLega non s'ha da fare. Il presidente della Juventus, uno dei principali promotori della competizione insieme a Florentino Perez del Real Madrid e Ed Woodward del Manchester United, dopo il ritiro dalla competizione dei club inglesi (cui hanno fatto seguito oggi le rinunce di Inter e Atletico Madrid), è stato raggiunto dalla Reuters, che gli ha chiesto se il progetto possa ancora prendere forma. Questa la risposta di Agnelli: "Per essere franco e onesto no, evidentemente non è il caso. Resto convinto della bontà del progetto, ma non si può fare un torneo a sei squadre".