«La nazionale russa deve sottoporsi ad una serie di test antidoping per salvaguardare l'integrità della Coppa del Mondo», parole del capo dell'agenzia antidoping americana (USADA) Travis Tygart. Il numero uno dell'agenzia a stelle e strisce ha chiesto ufficialmente alla Fifa di sottoporre a severi controlli la formazione padrona di casa. «Le regole prevedono delle indagini accurate in concomitanza con miglioramenti improvvisi nelle prestazioni», le dichiarazioni di Tygart riportate dal Telegraph. La Fifa dal suo canto ha reso noto di aver indicato la Russia come «una delle nazionali più controllate dell'intera manifestazione».