Il Governo si è espresso in modo favorevole per l'inizio degli allenamenti di gruppo dal 18 maggio. Il Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, ha però fatto chiarezza ai microfoni del TG1, spiegando come il via libera sia strettamente connesso ad alcune variazioni del protocollo FIGC:  "Il Comitato Tecnico-Scientifico ha chiesto delle modifiche vincolanti al documento presentato dalla Federcalcio. Per esempio di garantire la quarantena di tutto lo staff in caso di positività di un calciatore oppure che siano i medici dei club ad assumersi tutte le responsabilità del protocollo. O, ancora, che i controlli effettuati non siano a discapito dei cittadini. Se tutte queste modifiche saranno accettate dalla FIGC, allora gli allenamenti di gruppo potranno partire il 18 maggio", conclude Spadafora.

Il Ministro dello Sport poi aggiunge: "Per quanto riguarda il campionato penso che avremo bisogno di almeno un'altra settimana per valutare la curva dei contagi e decidere. Il 18 maggio riprenderanno anche gli allenamenti degli altri sport. Domani mattina, invece, presenterò al Comitato le linee guida per riaprire anche centri sportivi e palestre".