Come fatto dalla Roma al Penzo di Venezia, oggi sono scese in campo anche due delle sue avversarie nel Girone C della Conference League. Non ha dovuto faticare nel proprio impegno in campionato lo Zorya: 3-0 alla Slavutych-Arena di Zaporizhia ai danni del Veres-Rivne nella quattordicesima giornata. La squadra ucraina, ospite il 25 novembre allo Stadio Olimpico per affrontare i giallorossi, è stata guidata dalla tripletta messa a segno dall'iraniano Shahab Zahedi nell'arco del secondo tempo (47', 49' e 83'). Tre punti facili ma importanti per gli uomini di Viktor Skrypnyk che salgono a 29 punti in classifica e mantengono il terzo posto, guadagnando anche terreno sulla Dinamo Kiev che, alla luce della sconfitta subita in casa contro il Vorskla, resta a 35 e viene agganciata dallo Shakhtar di De Zerbi in vetta.

In Norvegia in vetta (e vicinissimo al titolo) c'è il Bodo/Glimt che però oggi ha perso un po' del suo vantaggio sulle inseguitrici. In trasferta contro l'Haugesund nella ventisettesima giornata, la squadra di Knutsen non è andata oltre il 2-2, stesso risultato ottenuto all'Olimpico contro la Roma (ma di ben altra caratura). Il Bodo è addirittura andato in svantaggio dopo 10' per il gol di Soderlund, senza riuscire a pareggiare per la successiva ora di gioco nonostante una discreta quantità di opportunità create. L'1-1 è arrivato soltanto al 76' a firma di Vetlesen, bravo a sfruttare l'assist di Moe. Lo stesso Vetlesen 11' dopo ha trovato nuovamente la via del gol per il 2-1 che sembrava valere i tre punti, ma al 90' è arrivata la beffa: Sande ha sfruttato l'assist di Ndour e siglato il 2-2 definitivo. Domani tocca al Cska Sofia, impegnato in casa dalle 16.30 nel derby col Cska 1948.