Se per l'Italia è una novità, in Inghilterra il Boxing Day è pura tradizione. Sin da quando nel 1888 fu fondata la First Division, il campionato che nel 1992 divenne la Premier League che conosciamo oggi, il 26 dicembre si è sempre giocato a pallone. Per la precisione risale a un Boxing Day anche la prima partita ufficiale giocata nella storia del calcio, quando nel 1860 lo Sheffield sconfisse l'Hallam per 2-0 al Sandygate Road. Un'usanza che si lega dunque alle origini del gioco del calcio e non, come molti ipotizzano, a mere logiche di mercato televisivo. 

Il contesto particolare e il periodo di festa hanno fatto sì che spesso le partite disputate il 26 dicembre facessero registrare qualche evento speciale. Questo è quanto avvenuto anche il 26 dicembre del 1963. Il campionato inglese era formato da 20 squadre e si affrontarono tutte in una giornata che rimase storica per il numero di gol segnati: 66 nelle 10 partite giocate, con una media di 6,6 gol a sfida. Dalla vittoria del Chelsea per 5-1 in casa del Blackpool, alla sconfitta del Manchester United a Burnley per 1-6, passando per il roboante 10-1 rifilato dal Fulham all'Ipswich Town. Nella First Division degli anni '60 poi, si giocavano le partite di ritorno di quelle del 26 soltanto due giorni dopo: per rendere il turno ancora più assurdo, gran parte dei risultati si ribaltarono, come accaduto proprio con l'Ipswich che battè il Fulham 4-2 o con lo stesso Manchester United che vinse 5-1. 

1963: i risultati di un Boxing Day storico

Blackpool-Chelsea 1-5
Burnley-Manchester United 6-1
Fulham-Ipswich Town 10-1
Leicester City-Everton 2-0
Liverpool-Stoke City 6-1
Nottingham Forest-Sheffield United 3-3
Sheffield Wednesday-Bolton Wanderers 3-0
West Bromwich Albion-Tottenham 4-4
West Ham-Blackburn Rovers 2-8
Wolverhampton- Aston Villa 3-3