Il mio cartellino e' costato tanti soldi e molti tifosi si aspettano un portiere perfetto, ma non e' facile", è un Alisson cauto quello che parla dal ritiro della nazionale brasiliano facendo un bilancio dei suoi primi mesi a Liverpool: "Non posso ancora dire di essere soddisfatto del mio rendimento, ma lavoro per rendere al massimo e migliorarmi ogni giorno. Sono felice al Liverpool e sono contento del mio trasferimento in Premier League, sono concentrato sul lavoro che devo fare per aiutare la mia squadra di club e la mia nazionale, voglio raggiungere gli obiettivi che abbiamo sia con il club che con la nazionale".

Il portiere brasiliano nelle ultime settimane ha ricevuto diverse critiche da parte dei tifosi, soprattutto sui social per alcuni presunti errori tra i pali. Il primo è arrivato ad inizio campionato con una giocata avventata con i piedi che regalò un gol al Leicester, l'altra più recente in Champions League in casa della Stella Rossa dove è sembrato in ritardo su un tiro dalla distanza al punto che qualche supporter inglese lo ha ribattezzato "un Karius con la barba".