Il Primo Ministro Giuseppe Conte, nel corso della conferenza stampa in cui ha annunciato l'inizio della Fase 2 a partire dal 4 maggio, ha fissato anche le date per la ripresa degli allenamenti per le squadre di calcio e non ha escluso la ripresa del campionato:

"Sono un appassionato di calcio e all'inizio mi sembrava strano vedere il campionato sospeso. Ma anche il tifoso più accanito ha visto che questa era una condizioni inevitabile. Il Ministro Spadafora lavorerà con gli esperti del comitato tecnico-scientifico e con il sistema calcio per trovare un percorso di ripresa, in parte è stato già trovato con gli allenamenti individuali dal 4 maggio e collettivi dal 18. In seguito valuteremo se ci sono le condizioni per valutare una ripresa del campionato. Si può ripartire solo in condizioni di massima sicurezza e non vogliamo che i nostri beniamini si ammalino".

Visualizza questo post su Instagram

🔴 Il Presidente del Consiglio Conte annuncia la Fase 2 (dal 4 maggio): • Visite ai parenti con il rispetto del distanziamento sociale • Riapertura di parchi e ville (con il divieto di assembramenti) • Sport e attività motorie consentite non solo nei pressi della propria abitazione, ma col divieto assoluto di assembramenti e nel rispetto delle distanze • Riapertura di musei e biblioteche il 18 maggio • Consentita la ristorazione ad asporto ⚽️ Spadafora: "Per gli sport di squadra dovremmo attendere. Arriveremo al 18 maggio e valuteremo le condizioni per la ripresa degli allenamenti. La Figc ha presentato un protocollo sanitario ma il comitato tecnico-scientifico ha valutato quel documento non sufficiente" ••• #IlRomanista #Roma #ASRoma

Un post condiviso da Il Romanista (@ilromanistaweb) in data:

Giuseppe Conte, presidente del Consiglio, ha tenuto un discorso alla Nazione per annunciare l'inizio della Fase 2 a partire dal 4 maggio. Ecco uno stralcio delle sue dichiarazioni:

"Inizia la Fase 2, grazie i sacrifici fatti stiamo superando la pandemia. Ora inizia la fase di convivenza con il virus, dobbiamo essere consapevoli che c'è il rischio che la curva del contagio possa risalire in alcune zone. Nella Fase 2 sarà fondamentale il comportamento responsabile. Bisogna rispettare almeno un metro di distanza, bisogna stare attenti anche con i parenti. Se volete bene all'Italia mantenete le distanze. Abbiamo predisposto un meccanismo per tenere sotto controllo la curva. Il nuovo piano parte dal 4 maggio. Dovremo adottare ancora le misure di protezione personale, fisseremo il prezzo di mercato delle mascherine intorno a 0,50 euro. Dal 18 maggio via agli allenamenti per gli sport di squadra".

di: La Redazione