Alla vigilia della trasferta all'Olimpico contro la Roma, gara in programma domani alle ore 12:30, il mister del Genoa Davide Ballardini ha parlato in conferenza stampa. Di seguito, le sue dichiarazioni. 

Trasferta storicamente difficile per il Genoa, che gara vi aspetta a Roma?
"Una partita difficile, molto, ma bella da affrontare, perché giochi contro una squadra dallo spessore tecnico notevole. Sarà una prova bella da affrontare, perché se non sei al meglio come squadra, se non fai tutte le cose fatte bene sia in fase difensiva che in fase offensiva, loro sono bravissimi a sottolineare l'errore che tu commetti". 

Cosa vi ha lasciato il derby? Come ha visto la squadra in queste sedute dopo la sfida alla Sampdoria?
"Il Genoa nel derby ha fatto una bella partita. Come ho detto mancava un protagonista, che è il pubblico, il fattore che dà una spinta in più. Ci ha lasciato una bella prestazione, mi sembra che la squadra stia bene e già alla fine della partita si pensava al prossimo impegno". 

Il 4-3 alla Roma del suo Genoa si giocò proprio tre giorni dopo il derby deciso da Rafinha.
"Lo ricordiamo bene noi, quello è un gran bel ricordo, ma adesso pensiamo a ciò che sarà domani".

La Roma sembra faticare contro le grandi del campionato, il segreto può essere quello di giocare a viso aperto?
"La Roma per me ha fatto anche delle belle partite contro le sue pari. Magari non è stata così premiata nel risultato. Le piccole e le medie provano a giocare contro la Roma, però se tu non sei così bravo nell'affrontarli loro ti mettono in grossa difficoltà". 

Continuerete la rotazione degli interpreti?
"Abbiamo avuto due partite molto ravvicinate, che erano quelle contro l'Inter domenica e il derby mercoledì, avevamo la necessità di far riposare qualcuno perché è un'esigenza alla quale non possiamo rinunciare. Dopo il derby abbiamo avuto un giorno in più di riposo, è giusto sottolineare che tanti nostri giocatori non reggono le tre partite e quindi dovevamo e dobbiamo gestire questo aspetto".