Marcello Carli, direttore sportivo del Cagliari, ha rilasciato alcune dichiarazioni in conferenza stampa in merito alla situazione di Nandez e di Olsen, e più in generale del mercato rossoblù. Queste le sue parole.

Discorso portiere: cosa fare con Olsen e Cragno?
"Io non lo vedo come un problema, sinceramente: sui portieri dormo tranquillo, poi vedrà il mister cosa fare. Siamo strafelici di Olsen, siamo strafelici del ritorno di Cragno. Poi c'è il discorso Aresti, che possa andare in prestito a Olbia fino a fine stagione con l'impegno di tornare poi a Cagliari. Ma non abbiamo in testa di vendere nessuno".

Caso Nandez, visto che è qui chiediamo subito: in caso di offerta irrinunciabile può partire?
"Siamo qui anche per parlare di questo, visto che il mercato è iniziato: si rischia poi di fare tanta confusione. Nahitan sta bene, anche oggi si è allenato col gruppo: è tornato bello carico, si è riposato. Lui è un giocatore del Cagliari, la squadra ha fatto un girone d'andata ottimo e non vedo perché il Cagliari debba vendere i titolari. Poi non so, se arrivano offerte da 80 o 90 milioni si vedrà: per noi il 2020 è un anno molto importante, con il presidente Giulini abbiamo pensato che sia stato il giusto anno per ricostruire. E il caso Barella dello scorso gennaio insegna, su Nandez siamo serenissimi. Spero che faccia una grande partita a Torino se giocherà e un grande girone di ritorno".

Ancora su Nandez, relativamente all'udienza del 14 gennaio.
"Nahitan non c'entra nulla nel caso del 14 gennaio, è una questione tra il suo procuratore e la società per questioni di diritti di immagine. Non abbiamo mai risposto per questo motivo".