Archiviato il pareggio contro il Wolfsberger in Europa League, la Roma si rituffa sul campionato per la partita con il Cagliari che chiude il primo tour de force della stagione prima della sosta per le nazionali. I giallorossi arrivano a questa sfida con l'infermeria piena a causa dei gravi infortuni accorsi a Pellegrini e Spinazzola, a cui si aggiunge la sindrome influenzale di Florenzi. Per Fonseca dunque ci sono pochi dubbi di formazione. Il Cagliari dei tanti ex, da Olsen a Nainggolan passando per Luca Pellegrini, arriva a questa partita da quattro risultati utili consecutivi tra cui spicca la vittoria per 1-0 in casa del Napoli.

Probabili formazioni

ROMA (4-2-3-1): Pau Lopez; Spinazzola, Mancini, Smalling, Kolarov; Diawara, Cristante; Zaniolo, Veretout, Kluivert; Dzeko.
All. Fonseca

CAGLIARI (4-3-1-2): Olsen; Cacciatore, Ceppitelli, Pisacane, Lu. Pellegrini; Nandez, Cigarini, Ionita; Nainggolan; Joao Pedro, Simeone.
All. Maran

Dove vederla in tv

Roma-Cagliari è prevista per le ore 15 allo stadio Olimpico: la partita sarà visibile in diretta tv u Sky Sport Serie A, Sky Sport 251 e Sky Sport 252. La diretta streaming sarà disponibile sulla piattaforma Skygo.

Ancora sotto choc per l'ennesimo infortunio che ha sconvolto Trigoria e tutto l'ambiente, quello di Zappacosta, Fonseca fa la conta e prova a dare continuità alla corsa verso l'Europa (ri)cominciata a Lecce. Alla fine, conta che ti riconta, solo in diciannove hanno dato la disponibilità e l'allenatore non ha fatto ricorso a nessun Primavera per completare le caselle disponibili (in panchina in serie A si possono portare fino a 12 giocatori).

Dubbio in difesa...

Quanto alle scelte, ce ne sono alcune obbligate e altre che invece resteranno in sospeso fino all'immediata vigilia della sfida. In difesa, ad esempio, se Spinazzola e Kolarov sembrano destinati ad occupare le due fasce (ma Santon dopo la buona prova in Austria potrebbe soffiare il posto all'ex juventino, assai più svagato), c'è molta più incertezza per capire chi affiancherà il rientrante Smalling al centro del reparto: se Fazio, il miglior colpitore di testa della difesa romanista, o Mancini, autore di un'ottima prestazione a Graz. A naso toccherà all'ex atalantino.

... e sulla trequarti

Cristante, Veretout e Diawara saranno i tre vertici del triangolo di centrocampo, resta da vedere chi sarà schierato più alto alle spalle di Dzeko: per il passo più svelto, verrebbe da pensare al francese. Per l'esperienza nel ruolo all'italiano. L'indizio più significativo è che a Lecce nel finale Fonseca scelse proprio Veretout. Davanti invece non ci sono possibilità alternative rispetto a quelle più logiche: Zaniolo e Kluivert resteranno più larghi (il moro cercando più la profondità, il biondo venendo anche più spesso in mezzo al campo), al centro tornerà al suo posto re Edin, col bentornato di tutti i tifosi che saranno allo stadio. Solo panchina per Pastore e Antonucci, con Kalinic uniche alternative offensive.

ROMA (4-2-3-1): Pau Lopez; Spinazzola, Mancini, Smalling, Kolarov; Diawara, Cristante; Zaniolo, Veretout, Kluivert; Dzeko. All. Fonseca

CAGLIARI (4-3-1-2): Olsen; Cacciatore, Ceppitelli, Pisacane, Lu. Pellegrini; Nandez, Cigarini, Ionita; Nainggolan; Joao Pedro, Simeone. All. Maran

di: Daniele Lo Monaco