Real Madrid in piena crisi. Gli avversari della Roma in Champions League stanno affrontando un periodo nero: tre sconfitte e un pareggio nelle ultime quattro partite, senza segnare nemmeno un gol. La caduta di ieri in casa dell'Alaves ha messo a rischio la posizione dell'allenatore Lopetegui. I media spagnoli sostengono che il vero spartiacque per il futuro del tecnico possa essere la sfida con il Barcellona prevista per il prossimo 28 ottobre.

Intanto a sua difesa si è schierato il capito dei Blancos Sergio Ramos: "Fare dei cambiamenti così importanti sta ad altri, non ai giocatori. Per la squadra non è buono un cambio di allenatore. Sarebbe folle, la squadra sta lottando per le prime posizioni - ha detto lo spagnolo al termine del match -. Se si dà il Real Madrid per morto si sbaglia, lotteremo fino alla morte perché è il nostro DNA ed è quello che abbiamo sempre fatto. Faremo tutto il possibile, vogliamo dare gioia ai nostri tifosi. La rosa? Ora non può essere rinforzata, anche se gli infortuni sono negativi per il gruppo perché si tratta di giocatori importanti".