Il Tribunale Federale Nazionale ha emesso il proprio verdetto sul caso delle plusvalenze fittizie, per il quale erano finiti sotto accusa Chievo e Cesena, oltre ai rispettivi dirigenti. 3 punti di penalità per il Chievo, da scontare nel campionato in corso, 200mila euro di ammenda e 3 mesi di inibizione per Luca Campedelli.

Queste le sanzioni sancite dal Tribunale, come riportate nel comunicato ufficiale della FIGC:

Il Tribunale Federale Nazionale - Sez. Disciplinare, riuniti i deferimenti in epigrafe:
Dichiara non doversi procedere nei confronti della Società AC Cesena Spa per intervenuta
revoca dell'affiliazione;
Accoglie il deferimento nei confronti dei Signori Campedelli Luca, Campedelli Piero, Campedelli
Giuseppe, Cordioli Michele, Cordioli Antonio, Aldini Guido e Mariotti Samuele, nonché della
Società AC Chievo Verona Srl con l'irrogazione delle seguenti sanzioni:
- Campedelli Luca, mesi 3 (tre) di inibizione;
- Campedelli Piero, mesi 1 (uno) e giorni 15 (quindici) di inibizione;
- Campedelli Giuseppe, mesi 1 (uno) e giorni 15 (quindici) di inibizione;
- Cordioli Michele, mesi 1 (uno) e giorni 15 (quindici) di inibizione;
- Cordioli Antonio, mesi 1 (uno) e giorni 15 (quindici) di inibizione;
- AC Chievo Verona Srl, € 200.000,00 (Euro duecentomila/00) di ammenda e punti 3 (tre) di
penalizzazione in classifica da scontare nella stagione sportiva in corso;
- Aldini Guido, mesi 1 (uno) e giorni 15 (quindici) di inibizione;
- Mariotti Samuele, mesi 1 (uno) e giorni 15 (quindici) di inibizione.
Si riserva il deposito delle motivazioni con successivo Comunicato Ufficiale.