Al termine della gara persa dalla Roma ad Anfield, Monchi ha parlato ai microfoni di Mediaset Premium:

E' un passo indietro doloroso?
"No, siamo in un momento difficile. Abbiamo avuto tanta fiducia in questa partita, ma il risultato è stato negativo. Peròè anche vero che a 10 minuti dalla fine eravamo morti ed eliminati, ora invece abbiamo qualche possibilità, anche se sarà difficile. Io ho sempre fiducia nella mia squadra: sarà molto, molto complicato, loro saranno preparati, ma lo Stadio Olimpico contiene un sacco di gente".

Avete pensato che fosse alla vostra portata?
"L'atteggiamento è stato giusto, nei primi 20' abbiamo fatto bene, poi ci siamo spaventati dopo l'occasione di Mané e siamo usciti dalla partita. Ma ripeto: eravamo morti, ora abbiamo un po' di vita. Dobbiamo avere fiducia e crederci. Credo che i tifosi saranno con noi e 90' all'Olimpico dovranno giocarseli anche loro".

Monchi a Roma Tv

"E' difficile, perché sappiamo che loro in avvio vanno molto forte, mentre noi nei primi 20' abbiamo controllato bene. Ma dopo l'occasione fallita da Mané ci siamo spaventati, siamo usciti dalla partita e non ci siamo più rientrati. Abbiamo perso tanti palloni, le marcature erano sbagliate... Abbiamo fatto tutto male. Ma eravamo morti e usciamo da qui con un po' di vita. Dobbiamo crederci e andare avanti: queste partite durano 180' minuti. Giochiamo all'Olimpico, con tantissimi tifosi, e 90' all'Olimpico con i nostri tifosi sono tanti. Dobbiamo crederci".

Qualche giocatore ha sentito troppo la pressione?
"Non credo, penso che in semifinale di Champions è difficile. E' stato un problema di testa, abbiamo sbagliato tanto e perso la fiducia in noi stessi, spaventandoci. Se giochi con una squadra che va molto bene in verticale le cose si fanno difficili".

C'è la capacità anche a livello caratteriale di ribaltare questo risultato?
"Penso di sì, perché già l'abbiamo fatto contro il Barcellona. Abbiamo questo orgoglio. Oggi vediamo tutto nero, ma da domani sarà meglio. Dobbiamo prendere quanto di buono fatto contro il Barcellona e continuare così. Non sarà facile, ma ci proveremo. Nel finale abbiamo avuto cinque occasioni da gol, perché non possiamo averle nell'arco di tutta la gara. Avremo le nostre chance, dobbiamo crederci".