Sembrava tutto fatto per Claudio Lotito: grazie alla quota proporzionale del 21,9% sarebbe stato uno degli eletti di Forza Italia al collegio di Benevento, alle spalle di Sandra Lonardo, moglie di Mastella, sindaco di Benevento, che avrebbe però beneficiato dell'elezione al collegio di Napoli. Ma in giornata i sogni di gloria del presidente di Lazio e Salernitana sono crollati e per una manciata di voti non è scattato il secondo seggio nel collegio: Lotito infatti non verrà eletto al Senato in quanto la Lonardo non potrà scegliere di essere eletta tramite il collegio di Napoli, perché la legge impone il collegio più piccolo, cioè quello di Benevento. "Ho detto al mio amico Lotito di fare ricorso - ha spiegato Clemente Mastella  - perché ci sono almeno sette schede che sono state annullate in quanto la croce non era stata centrata sul simbolo o sul nome". Al contrario di Lotito, Galliani e Sibilia dovrebbero invece riuscire ad essere eletti, entrambi con Forza Italia, lo stesso partito con cui era candidato Lotito.