In preparazione alla partita contro la Roma, nella mattinata di ieri, Massimo Oddo ha ribadito l'importanza dell'identità di squadra anche contro avversari temibili come i giallorossi: "La Roma è un grande avversario, che cerca punti per i propri obiettivi, noi vogliamo riscattare le ultime prestazioni. Non sempre riusciremo a stare alti, perché la Roma non ce lo permetterà. Dovremo giocare con compattezza e identità di squadra, solo così possiamo ridurre il gap".

Sulla corsa all'Europa, Oddo è chiaro: "Non abbiamo fatto il saltò di qualità, siamo nella posizione che meritiamo, ma non vuol dire che non si possa migliorare". Sulla formazione l'allenatore friulano si mostra possibilista sull'impiego di Adnan, anche se non dal primo minuto: "Alì si allena da parecchie settimane, ora è rientrato in gruppo, quindi è a disposizione".

L'infortunio di Kevin Lasagna costringerà l'Udinese a cambiare qualcosa, ma niente esperimenti: "Jankto dietro le punte doveva fare il Nainggolan, ma meglio non togliere certezze alla squadra, è una macchina che funziona se ci sono tutti i pezzi". Tradotto, si va verso il classico 3-5-2, con Fofana promosso a centrocampo con Behrami e Barak.

In attacco potrebbe essere promosso Perica: "Ho due punte e mezzo, ne sceglierò due. Perica l'anno scorso ha fatto 6 gol, quindi vuol dire che ha qualità". La chiosa è sull'avversario, tra tutti i calciatori a disposizione di Di Francesco, Oddo ne toglierebbe uno in particolare: "Alla Roma toglierei Alisson, perché è il meno sostituibile".