Da stasera chiamatemi Anna Frank. Quello che è successo ieri all'Olimpico in una Curva Sud che non vorrei vedere mai più popolata da gente che non ha rispetto della storia, dell'umanità, del sociale, degli altri è gravissimo. Vorrei che questa gente non frequentasse più nemmeno per sbaglio la Curva Sud. Non voglio mettere sotto accusa tutti i tifosi della Lazio, però questi cretini sì, questi cretini sono inaccettabili, questi cretini dovrebbero pagare per quello che hanno fatto. Mi auguro di non dover mai confrontarmi in una situazione del genere con i tifosi romanisti perché direi esattamente le stesse cose che ho detto in questo momento. Vade retro cretini, soprattutto non popolate più la Curva Sud. Vorrei che il presidente della Lazio, il proprietario della Lazio si renda conto di tutto questo, ma forse la causa di tutto è proprio lui, che ha forzato le regole mettendo i biglietti ad un euro per gli abbonati che erano stati sfrattati dalla Curva Nord, chiusa a causa del razzismo. Vorrei non confrontarmi più con loro, perché io sono Anna Frank e con me ci sono migliaia e migliaia di altre Anna Frank vestite di giallorosso, orgogliose che Anna Frank abbia la maglia della Roma.