Full. Il metaforico cartello alla porta dell'infermeria di Trigoria non vuol saperne di variare rispetto al resto di una stagione contrassegnata interamente dagli infortuni. A partire dal primo, il più grave di tutti, quello che ha sottratto Nicolò Zaniolo (entro una decina di giorni la prossima visita di controllo in Austria) alla disponibilità di Fonseca. Con il 22 in campo nei momenti cruciali probabilmente l'annata avrebbe preso un'altra piega. Non è però il momento dei "se" e dei "ma". Restano 4 partite e un posto in Europa - seppure quella minore - da difendere dagli assalti del Sassuolo.

Allora c'è da fare i conti con l'ennesimo ko, quello subito da Chris Smalling nel match di ritorno contro i suoi ex compagni del Manchester United. La partita dell'inglese è durata mezz'ora, poi si è dovuto arrendere a un fastidio al flessore sinistro. Per comprenderne l'entità ci sarà bisogno di attendere almeno le fisiologiche 48 ore. Anche se al momento non sono ancora in programma esami più dettagliati, è possibile che nei prossimi due giorni il centrale si sottoporrà alle visite del caso. Per ora è certa la sua esclusione dalla lista dei convocati per il match con il Crotone, in attesa di verificarne le condizioni (e sperare non ci siano lesioni) per le gare della prossima settimana, quella in casa dell'Inter prima e il derby poi. Peraltro contro i calabresi la difesa sarà nuovamente da inventare anche a causa del turno di squalifica per Mancini.

Gli altri reparti però non godono di salute migliore, a partire dalla porta. Per Pau Lopez la stagione è finita a Old Trafford: lo spagnolo dovrà sottoporsi a intervento chirurgico e ne avrà per tre mesi. Spostandosi sulle corsie esterne, difficilmente si rivedrà in campo nelle ultime giornate Spinazzola sulla sinistra, dove anche la sua alternativa designata Calafiori è ancora out. Per fortuna il problema occorso giovedì sera a Peres in coppa non ha avuto seguiti preoccupanti. Mentre allo stakanovista Cristante (44 presenze finora, 9 nell' ultimo mese, quando è stato assente soltanto a Bologna per squalifica) si chiederà di essere ancora presente, vista l'assenza certa di Veretout, il perdurare del risentimento pubico per Diawara e del fastidio all'adduttore destro per Villar (ieri entrambi esclusi dalla seduta collettiva). In attacco il rientro di Pedro (assente tre settimane) nell'ultima di Europa League fornisce un'alternativa in più, dopo il forfait di Perez della scorsa settimana, che si è aggiunto a quello più datato di El Shaarawy. Ma il turno infrasettimanale non dà tregua alla Roma, attesa ancora una volta da tre impegni in 6 giorni. Fino al derby.