Si riprende subito: l'appuntamento per la squadra è fissato per questa mattina alle 10 al "Fulvio Bernardini", quando si comincerà a pensare davvero soltanto all'Ajax. Dopo l'ennesimo risultato deludente in campionato, che allontana sempre di più l'obiettivo Champions, in Europa League non si può davvero sbagliare. Ma ancora una volta Fonseca si troverà a fare la conta dei giocatori disponibili. La prima verifica riguarda El Shaarawy, uscito ieri dal campo con un leggero fastidio al flessore. Ma la noia è riferibile al momento e potrebbe anche risolversi senza strascichi fin dal primo allenamento. Oggi le prime risposte in tema. In ogni caso in coppa il reparto dovrebbe cambiare completamente, con gli inserimenti dei veterani Dzeko (in campo solo nel finale al Mapei) e Pedro (rimasto a seguire il match dalla panchina), oltre al probabile spostamento di Pellegrini più avanti grazie al ritorno di Villar, fuori per squalifica a Reggio Emilia. Ci sarà anche Veretout, rientrato proprio contro il Sassuolo dopo un mese di stop. Il reparto la cui composizione resta ancora in alto mare è sempre quello difensivo. Le parole del tecnico portoghese nell'ultima conferenza pre-partita lasciano poche speranze sul ritorno di Smalling a strettissimo giro di posta. Ma per la sfida di Amsterdam rientrerà almeno Ibanez, che anche se nelle ultime settimane non ha certo vissuto il suo periodo migliore in giallorosso, è quantomeno un altro centrale di ruolo. E nel momento di massima penuria in quella posizione è comunque una notizia confortante. Con lui e l'inamovibile Mancini, è probabile che a comporre il terzetto arretrato sia ancora Cristante. Peraltro il numero 4, ammonito ieri, sarà squalificato per il prossimo turno di campionato contro il Bologna.