Dopo la vittoria all'ultimo respiro, Mourinho concede un giorno di riposo alla squadra. L'appuntamento a Trigoria per la ripresa degli allenamenti è fissato per domattina alle 10.30. Tutti o quasi a disposizione per José Mourinho: i cambi effettuati nella parte conclusiva della gara di ieri sera sono stati dettati da esigenze tattiche o - nel caso di Karsdorp - da conclamata stanchezza. Per stessa ammissione del tecnico nell'immediato post-partita, l'olandese non riusciva più a stare in piedi dopo una prestazione di grande dispendio energetico sulle tracce dell'indemoniato Boga, quando è stato chiamato al suo posto Reynolds.

Resta invece da valutare Kumbulla, escluso dalla lista dei convocati anti-Sassuolo per una gastroenterite dell'ultima ora. Nulla di preoccupante insomma, ma se un cambio dovrà esserci nel reparto difensivo, al debutto nel girone di Conference contro il Cska Sofia in programma giovedì, sembra proprio che possa toccare a Smalling. L'inglese è ancora a secco di presenze ufficiali in questa stagione (l'ultima risale alla semifinale di Europa League col Manchester dello scorso maggio) e dovrebbe finalmente essere arrivato il suo turno. Stando alle parole pronunciate sabato scorso in conferenza dallo Special One, anche Perez - entrato bene anche nel finale di ieri - può trovare spazio in avanti, essendo considerato dal tecnico un'opzione ulteriore, più che un sostituto. Se poi i cambi dovessero essere uno per reparto, non è escluso che a centrocampo possa riposare Veretout, apparso con i neroverdi un po' lontano dagli standard abituali. Mourinho ha abituato a non ricorrere a stravolgimenti di formazione.