E' arrivata nella serata di ieri la tanto attesa risposta della Regione alla richiesta di chiarimenti dei proponenti sul trasporto pubblico e la contestualità delle opere. Nelle sette pagine firmate dall'architetto Manuela Manetti, Presidente della Conferenza e Responsabile della Direzione Regionale Territorio, Urbanistica, Mobilità e Rifiuti, vi sono le parole tanto attese dai privati e dalla Roma, che si sono visti riconoscere le proprie ragioni. Sarà compito del Comune, così viene scritto, in caso i lavori sulla Roma-Lido non siano terminati prima dell'inaugurazione del nuovo stadio, risolvere il problema del trasporto, con la predisposizione di una rete su gomma. Niente contestualità quindi. Si può andare avanti.