Tutto facile, nonostante le molte assenze, per la Roma Primavera nell'ultima gara interna della stagione: un 2-0 al Milan maturato in un minuto, sul finale del primo tempo, buono per riprendere il quarto posto, preso per poco più di 24 ore dall'Atalanta, che sabato mattina aveva scavalcato i giallorossi (già qualificati per le fasi finali) battendo l'Ascoli. Al 2' Podgoreanu pesca Tall libero a centro area, colpo di testa sul fondo, ma la posizione del centravanti era irregolare. Il Milan risponde con un destro di Capone, sul fondo, il numero 10 ci riprova poco dopo su punizione, blocca Mastrantonio. La Roma riprova a sfondare a sinistra, nuovo cross di Podgoreanu, stavolta il colpo di testa di Tall viene bloccato, al 18' Milanese si libera bene al limite dell'area e scaglia un bel sinistro, non lontano dal palo. Kerkez, mancino messo a destra, prova il tiro col sinistro, sul fondo, poi Frigerio finisce a terra in area, tra Ndiayè e Buttaro: l'arbitro indica il dischetto tra le protesta dei giallorossi, che non hanno neppure capito di chi fosse il presunto fallo. Capone batte, spiazza Mastrantonio ma manda alto, pizzicando la parte alta della traversa.

Alla mezz'ora Rocchetti va al cross dal fondo e resta a terra, toccandosi la coscia sinistra: al suo posto Jan Oliveras, classe 2004, arrivato in estate dal Barcellona, all'esordio. Al primo pallone chiude su Di Gesù e rilancia l'azione, Podgoreanu prolunga, ma il portiere in uscita bassa anticipa Ciervo. Zalewski prova il destro da fuori, blocca senza problemi Moleri, pochi secondi dopo ingenuità clamorosa di Michelis che abbatte Tall in posizione assolutamente innocua, vicino alla linea di fondo, e il numero 10 può presentarsi sul dischetto, e sbloccare il risultato con un destro angolato, che Moleri intuisce ma non raggiunge. Un minuto dopo è subito 2-0: Podgoreanu va al cross da sinistra, palla bassa, deviazione ravvicinata di Tall. Che al 46' si divora il tris con un bizzarro colpo di testa su cross di Ciervo, con la palla che finisce verso il centro del campo invece che verso la porta.

Il grande caldo

I ritmi della ripresa risentono del caldo già estivo: nei primi 20' da segnalare giusto un pallonetto di Roback, sul fondo, De Rossi per avere forze fresche mette Evangelisti, Pagano e Bamba. Al 28' un destro di Tonin, subentrato poco prima a Di Gesù, finisce sul palo esterno, con deviazione decisiva di Mastrantonio. L'ultimo cambio è Tahirovic, al posto di Buttaro, con Tripi che torna in difesa: lo svedese si presenta con un tiro da fuori, non troppo vicino alla porta. Più pericoloso il sinistro del gigante francese Saco: era talmente lontano che lo lasciano calciare, la sua conclusione da trequarti (controllata da Mastrantonio) finisce non lontana dal palo. Ma il Milan, già fuori dai giochi, non si danna troppo l'anima per rientrare in partita, alla Roma sta benissimo così. L'Under 17, prima nel girone, ha perso 4-1 a Pisa una gara ininfluente, alle 15 a Trigoria sarà l'Under 18 a giocare l'ultima in casa, col Monza.

Le pagelle

MASTRANTONIO6,5 Regala sicurezza ogni volta che viene chiamato in causa, contro la squadra con cui aveva vinto lo scudetto U17.

TOMASSINI 6 Rimane sulle sue, non osa e non commette errori.
(20'st) EVANGELISTI 6 Senza problemi sulla destra, in un ruolo che non gli appartiene.

NDIAYÈ6,5 Gioca con la mascherina per proteggere il setto nasale operato, lascia le briciole a Roback (che comunque si era già capito che non era il nuovo Ibrahimovic, come era stato incautamente presentato un anno fa).

BUTTARO 6,5 Vedi sopra (ma senza mascherina): prestazione puntale, senza errori. E l'intervento su cui fischiano rigore era pulitissimo.
(37' st) TAHIROVIC SV Rileva le mansioni di Tripi, che torna in difesa per gli ultimi minuti.

ROCCHETTI 6 Va ko alla prima discesa.
(32' pt) OLIVERAS 6,5 Esordio nella categoria per il classe 2004 ex Barcellona: l'impressione è che sarà la prima di una lunga serie. Personalità e tecnica

ZALEWSKI 6,5 Trasforma il rigore del vantaggio, poi De Rossi gli fa tirare il fiato, in vista dei prossimi impegni.
(20' st) PAGANO 6 Poco da segnalare, in positivo e in negativo.

TRIPI 6,5 Gli infortuni di Bove e Faticanti lo riportano in mediana dopo le gare in difesa, non soffre mai, né contro Brambilla né con Saco. E nel finale torna dietro.

MILANESE 6 Un bel tiro di sinistro, al 18'.

CIERVO 5,5 Il meno brillante dei suoi, giusto un bel cross sprecato malamente da Tall.
(20' st) BAMBA 6 Si impegna, ma incide poco.

TALL 7 Un rigore procurato e un gol, di testa in area sono tutte sue: l'alternanza con Felix gli sta facendo bene (tanto che De Rossi gli lascia concludere la partita).

PODGOREANU 7 Cala nella ripresa, un po' come tutta la squadra, ma nel primo tempo, quando c'era bisogno di sbloccare il risultato, era stato il più incisivo. Suo l'assist del 2-0.