Della serie mai dire gatto se non ce l'hai nel sacco. Il Trap ci perdonerà se abbiamo sfruttato una delle sue uscite dialettiche che hanno fatto storia, ma la frase ci sta bene se si vuole fotografare la situazione di Rui Patricio. Cioè il portiere che la Roma ha in mano da un paio di settimane, ma che sta ancora lì, al Wolverhamton. Il fatto è che, nonostante un accordo già trovato con il titolare della nazionale portoghese per un contratto triennale, i contatti tra i due club sono arrivati a una situazione di stallo. Per il semplice fatto che la società inglese continua a chiedere non meno di dieci milioni di sterline, cioè oltre undici milioni di euro, per il cartellino di un giocatore che con il Wolverhamthon ha un contratto in scadenza il trenta giugno del prossimo anno. A questa cifra la Roma al momento non sembra intenzionata ad arrivare, nella consapevolezza oltretutto che Rui Patricio, con il suo restante anno di contratto, pesa sul bilancio del club inglese meno di cinque milioni. Tiago Pinto, per quel poco che è filtrato sulla trattativa, sarebbe arrivato a offrire sei milioni più un paio di bonus, ma oltre al momento non vuole andare. Forse anche perché sia li che Mourinho vogliono verificare sul mercato se c'è la possibilità di arrivare a un portiere che possa garantire un maggiore futuro (Rui Patricio ha trentatrè anni) anche da un punto di vista economico (possibile rivendita tra qualche stagione).

Quindi tutto fermo per quello che riguarda anche gli arrivi in casa Roma. Anche se continuano a spuntare nomi. Come per esempio quello del ventiquatrenne centravanti del Salisburgo Patson Daka, nazionale dello Zambia, nell'ultima stagione ventisette gol in ventotto partite di campionato (in Austria). Sarebbe Daka l'alternativa più percorribile come anti Belotti. Per il quale il presidente Cairo continua a chiedere oltre trenta milioni di euro, facendo finta di dimenticarsi di come il suo giocatore andrà in scadenza tra un anno e quindi disposto a correre il rischio di perderlo a costo zero tra dodici mesi. Cairo vuole vedere che Belotti sarà nell'Europeo, poi semmai prenderà in esame l'offerta da quindici milioni della Roma, offerta fin qui rispedita al mittente quasi con sdegno. Questione esterno difensivo. Continuano ad arrivare conferme di un interessamento per il turco Celik di proprietà del Lille. Ma continuano arrivare conferme anche sulla richiesta del club francese per cedere il cartellino, ovvero non meno di venti milioni. Cifra che al momento non è assolutamente nella disponibilità di Pinto. Che se non vende...