Avrà gli uomini contati Alberto De Rossi per la penultima giornata di regular season, l'ultima in casa, alle 15 a Trigoria (diretta su SportItalia e Roma Tv) contro il Milan. La squadra di Federico Giunti è ormai uscita dalla lotta per i playoff: la pietra tombale è stata la sconfitta di mercoledì con la Fiorentina, 0-3 in casa, gara indirizzata da un rigore dopo 17', con espulsione del terzino destro Coubis. Lo svedese Emil Roback, arrivato dall'Hammarby con la scomoda etichetta di erede di Ibrahimovic è scivolato in panchina, come è capitato, ultimamente, anche al capitano, il figlio d'arte Brambilla, uno dei pochi reduci della finale scudetto U16, vinta dai rossoneri contro i 2001 della Roma, nel 2017. Dei giallorossi in campo quel giorno è rimasto solo Bamba, qualcuno in più nel Milan, come Tonin - che però è in calo - e Giacomo Olzer, che invece è esploso da quando Maldini jr è salito in prima squadra, e gli ha lasciato il spazio. Sono 10 i gol del fantasista trentino, 7 quelli di Gabriel Younes El Hilali, attaccante italo-marocchino, che sembra destinato a prendersi quelle soddisfazioni sfuggite al fratello, che giocava nei rossoneri e nelle nazionali giovanili con Locatelli, Cutrone e Donnarumma. Ma balla dietro il Milan, i centrali non hanno mai convinto, e la Roma potrebbe approfittarne. Anche perché, prima di questa giornata (in cui l'Atalanta, in anticipo, ha segnato 5 gol all'Ascoli già retrocesso), la squadra giallorossa aveva il terzo miglior attacco, pur senza giocatori in doppia cifra. I problemi per De Rossi sono in mezzo al campo: Bove, che mercoledì ha segnato un gran gol sbloccando la gara col Sassuolo (che ha poi rimontato e vinto 2-1), è uscito per un problema muscolare, e oggi non ci sarà. Come Faticanti, che ha preso una botta: a centrocampo gli uomini sono contati, visto che Darboe ormai è salito di categoria. E così, tra le due mezzali Zalewski e Milanese, dovrebbe tornare Tripi, che nelle ultime gare aveva giocato in difesa, viste le assenze di Morichelli, Feratovic e Vicario. L'alternativa è lo svedese Tahirovic. Ieri l'Empoli ha perso 5-1 a Cagliari: con gli scontri diretti a sfavore non può più raggiungere la Roma, ormai certa di fare la fase finale.

Parla il mister

«Al di là dell'avversario abbiamo la necessità di qualificarci ai playoff in questa partita - ha dichiarato Alberto De Rossi, che ha parlato a Roma Tv prima della sconfitta dell'Empoli - invece di aspettare l'ultima dobbiamo cercare di farlo subito. L'ultima, vincendo col Milan, ci servirebbe per scalare le posizioni. Sono partite molto delicate. Arrivare ai playoff è il primo obiettivo, il secondo obiettivo è arrivare più in alto possibile perché nelle finali ci sono dei vantaggi. La rosa sta soffrendo un pochino la mancanza di tanti elementi. Non l'ho mai detto perché era giusto non dirlo perché era giusto mettere in risalto i nostri giovani. Dobbiamo essere concreti, soprattutto stringere i denti e giocare con quelli che abbiamo, mettendo sul campo quello che abbiamo messo nel primo tempo contro il Sassuolo: la tecnica, le giocate, la costruzione. Metterci le nostre qualità: giocare e di aggredire».