Avrebbe condiviso il primo posto con la Juve la Roma Primavera, con un po' più di attenzione sui calci piazzati, vero tallone d'Achille della squadra di Alberto De Rossi in questa stagione: hanno prodotto tanto i giallorossi domenica contro la Sampdoria, trascinati da un Milanese mai così in forma, ben supportato da Zalewski e Podgoreanu, ma è finita 2-2, per due gol presi su calcio d'angolo (il primo, sullo 0-0, con la complicità del portiere Boer, il secondo per un clamoroso errore sulle marcature, che ha permesso al centravanti Di Stefano di vanificare la rimonta della Roma a 6' dalla fine). Per quel gol la squadra giallorossa, che nel turno infrasettimanale di oggi giocherà a Sassuolo, è quarta, ma in una classifica cortissima: la Juventus è a 2 punti, e riceverà la visita della Spal, che non è mai un cliente facile, a un punto c'è il secondo posto, occupato da Inter e Sampdoria, che giocheranno rispettivamente a Formello, contro una Lazio ormai staccata anche dal Torino, rivitalizzato da Coppitelli, e a Bogliasco con il Cagliari. La Roma chiuderà il programma della giornata scendendo in campo alle 21, orario praticamente inedito per una gara di regular season: lo spezzatino televisivo è arrivato anche qui (la gara verrà trasmessa da SportItalia, oltre che da Roma Tv). Ma oltre alla tv ci sarà anche un minimo di pubblico: nella tribuna centrale dello stadio Ricci di Sassuolo saranno ammessi fino a 340 spettatori, che fino alle 12 di oggi, mandando una mail a biglietteria@sassuolocalcio.it, potranno chiedere un biglietto d'invito da stampare, insieme all'autocertificazione. La squadra neroverde, allenata da Emiliano Bigica, è reduce da 6 risultati utili di fila: venerdì col Genoa è andata al riposo sullo 0-2, tra 55' e 92' ha segnato 3 gol, vincendo 3-2. Troverà una Roma coi soliti 5 titolari assenti, di cui 3 - Morichelli, Feratovic e Vicario - nel reparto arretrato, che continua a soffrire.

Parla il mister

«A me come allenatore e a noi come staff è rimasto che dobbiamo continuare ad allenarci ancora di più sui gol subiti da calcio da fermo - spiega Alberto De Rossi a Roma Tv - Le altre considerazioni le lasciamo alle immagini: abbiamo fatto una grande partita contro la seconda in classifica. Con queste partite ravvicinate è chiaro che non puoi fare moltissimo, oggi (ieri, ndr) prepareremo qualcosina. Il Sassuolo ha un paio di sistemi di gioco che propone a seconda dell'avversario. Vedremo di riuscire a sopperire alla loro qualità cercando di recuperare il pallone alto, di stare sempre nella metà campo avversaria e cercando soprattutto di giocare bene».