Alberto De Rossi, tecnico della Primavera giallorossa, ha parlato ai microfoni di Roma TV della sosta (durante la quale i ragazzi hanno lavorato con la prima squadra) e dei prossimi impegni della sua squadra. Queste le sue parole:

"Sono state due settimane molto intense a disposizione della prima squadra. I ragazzi hanno imparato tantissimo. Ora bisogna mettere da parte la vittoria di Napoli e concentrarci sul presente. Per arrivare ai livelli della prima squadra serve tanto, tanto lavoro".

"Dopo la follia della prima partita i ragazzi hanno messo le cose al loro posto. Ora per noi comincia un nuovo campionato, anche se al momento siamo attardati".

La Roma è alla ricerca della quarta vittoria consecutiva. Lo farà contro il Palermo di Scurto, un suo allievo di lunga data...
"E io lo ricordo molto volentieri. Lui fu protagonista di uno scudetto vinto da noi, una grande cavalcata in quella competizione. Il Palermo ha i nostri stessi punti e questo basta per capire la forza e la qualità di questa squadra. La loro è una squadra chiusa ma che sa ripartire, è una squadra molto completa".

"Oggi è il primo giorno che abbiamo la squadra al completo... però la Roma non può non avere giocatori in Nazionale. Deve averli. Perché ha un settore giovanile all'avanguardia".