Un mese e mezzo dopo, riecco l'Under 17: si era fermata il 21 aprile, dopo il facile successo contro l'Avellino, a qualificazione da tempo acquisita, ripartirà oggi alle 15, dal Peppino Vismara di Milano, il centro sportivo dove giocano le giovanili del Milan. La squadra giallorossa, col primo posto nel girone - ottenuto peraltro con ben 8 punti sulla seconda, l'Ascoli - si è trovata qualificata di diritto per i quarti di finale, saltando i playoff: contando anche la lunga sosta per l'Europeo Under 17 - dal 4 al 20 maggio in Inghilterra, con l'Italia che è arrivata fino in fondo, perdendo la finale ai rigori - è venuto fuori un periodo abnorme senza gara ufficiali. Mentre il Milan, nel gruppo B, ha mancato l'accesso diretto, chiudendo al terzo posto con 57 punti, uno in meno dei cugini dell'Inter. Prima e staccatissima l'Atalanta, con 67 punti: anche quest'anno, sarà lei la grande favorita per la vittoria finale. E col terzo posto la squadra rossonera ha dovuto fare i playoff, peraltro soffrendo: 2-2 nel primo turno con la Sampdoria, con rigore di Brambilla e gol di Tonin (che si è fatto tutto il campo palla al piede: da applausi), ai supplementari ha deciso il più atteso, Daniel Maldini, figlio d'arte, che si è ripetuto una settimana dopo, con una doppietta nel 3-1 al Novara (terzo gol di Basani) valso la qualificazione ai quarti.

Scudetto e calo

Un cammino sofferto, inatteso, da parte della squadra che lo scorso anno aveva vinto il primo campionato Under 16 organizzato dalla Federcalcio: in finale c'era proprio la Roma, allora allenata da Rubinacci, che dopo 24' era già sotto di tre gol, segnati da Tonin, Basani e Haidara. All'11 del secondo tempo si era portata sul 3-2, ma il 3-3 non arrivò mai: a recupero già iniziato arrivarono invece quarto e quinto gol dei rossoneri, che dettero al risultato proporzioni delò tutto immeritate. C'era Alessandro Lupi in panchina, in estate ha seguito il gruppo, passando con loro dall'Under 16 all'Under 17: lo ha lasciato a fine novembre, quando Gattuso è stato promosso in prima squadra, e gli ha ceduto la panchina della Primavera (esordio proprio contro la Roma, 2-1 al Tre Fontane). In Primavera hanno fatto esperienza quest'anno molti dei ragazzi che saranno in campo oggi agli ordini di Baldo, a partire dal talentuoso portiere Soncin, fino Sala, a centrocampo, e all'attaccante maliano Siaka Haidara, che ha debuttato - giocando titolare - proprio al ritorno contro la Roma, gara vinta 5-2 dai rossoneri. Pericolo numero uno sarà il centravanti Tonin, escluso a sorpresa dall'Europeo (che invece ha fatto il 2002 Colombo, sempre del Milan). Ma la Roma, con Bamba e Cangiano sulle ali, e Chierico in regia, non è certamente da meno.