Continua il sogno scudetto della Roma Primavera allenata da mister Alberto De Rossi. Alle 13 presso il centro sportivo di Vinovo, i giovani giallorossi sfideranno la Juventus nella gara d'andata dei quarti di finale dei playoff.

Un accoppiamento di lusso figlio del terzo posto della regular season per una Roma che ha terminato il campionato alle spalle di Inter e della capolista Atalanta, mentre i bianconeri hanno chiuso in sesta posizione. Un campo "amico" in questa stagione per i ragazzi di De Rossi, vincitori nella sfida dello scorso settembre grazie alla doppietta di Riccardi. Un successo bissato nel match di ritorno del "Tre Fontane", sempre per 2-1, con la rete di Keba Coly a regalare i tre punti in rimonta nei minuti finali dopo il vantaggio juventino di Olivieri e il pareggio di Marcucci su calcio di rigore. Centottanta minuti da dentro o fuori, con la gara di ritorno in programma il 31 maggio in vista delle Final Four che prenderanno il via il 5 giugno per terminare con la finalissima del 9 giugno al Mapei Stadium di Reggio Emilia (ore 20.45). Roma che in caso di successo incrocerebbe l'Inter, ma prima c'è una Juventus da battere per entrare di diritto nelle quattro candidate al titolo. Alla vigilia del delicato quanto atteso incontro d'andata sul campo della Juventus, il tecnico Alberto De Rossi ha rilasciato alcune dichiarazioni al canale ufficiale della società giallorossa.

«Siamo molto soddisfatti di aver chiuso la stagione regolare sul podio ed essere arrivati fin qui. Ci aspetta una partita difficile contro una squadra che, come idea di calcio, è molto simile alla nostra. Speriamo di mettere in campo qualcosa in più rispetto agli avversari. Di certo non cambierà il nostro atteggiamento in base al fatto di giocare fuori casa. I ragazzi stanno bene fisicamente e soprattutto si divertono, questa è la cosa fondamentale». L'allenatore della Primavera ha quindi parlato di alcuni protagonisti della rosa giallorossa: da Riccardi reduce dall'Europeo Under 17 perso ai rigori contro l'Olanda, passando per Antonucci e Keba Coly, mattatore nel match casalingo di campionato e sicuro assente della sfida odierna al pari di Petrungaro.

«Riccardi era dispiaciuto, ma è un ragazzo solare ed è stato protagonista di un'esperienza che ha fatto sognare in tanti. Sono felice di riaccogliere Antonucci dopo la parentesi con la Prima squadra. Keba? Lo aspettiamo per la gara di ritorno o, se saremo bravi, in semifinale». Alberto De Rossi che va così a caccia dell'ennesimo scudetto Primavera di una carriera pluridecennale sulla panchina giallorossa. Sono tre al momento i tricolori conquistati a partire dalla stagione 2003/2004, senza considerare le due Coppa Italia e altrettante Supercoppa. Numeri che confermano l'eccellente operato del tecnico che, alla fine del marzo scorso, ha rinnovato di altri due anni il contratto con quella Roma definita «una seconda casa». L'obiettivo odierno è quello di inanellare il terzo successo consecutivo stagionale contro la Juventus, per poi preparare il match di ritorno con la speranza di poter raggiungere le semifinali del campionato Primavera.