A l primo big match dell'anno arriva la prima impresa per la Primavera 2017-18: non c'era mai stato uno Juventus-Roma di regular season, quello che aprirà la serie dei precedenti viene vinto dai giallorossi, un 2-1 ampiamente meritato, griffato da una doppietta di Alessio Riccardi, centrocampista classe 2001 che farà parlare di se. De Rossi conferma l'abituale 4-3-3 e Celar al centro dell'attacco, con Antonucci a destra e Keba a sinistra, di nuovo Masangu a centrocampo, intoccabili Marcucci in cabina di regia, e la coppia centrale Ciavattini-Cargnelutti. Valeau viene arretrato terzino sinistro:sarà uno dei primi a rendersi pericoloso, sua la prima percussione palla al piede. Oltre a Riccardi c'è un altro 2001 nell'undici titolare: Bouah terzino destro, preferito a Kastrati. In porta il fuori quota Romagnoli: salta la sfida a distanza col coetaneo Del Favero, febbricitante, al suo posto Loria. Poche sorprese nella formazione bianconera: l'ex giallorosso Vogliacco guida la difesa con la fascia di capitano, Toure dirige il gioco a centrocampo, ai fianchi l'ex laziale Portanova e l'ex Spal Di Pardo. Dietro le punte c'è Montaperto, che Dal Canto si è portato da Empoli, insieme all'attaccante Olivieri: sarà il più pericoloso.

OTTIMO APPROCCIO - La Roma parte bene, senza alcun timore reverenziale: all'11' Celar calcia fuori da ottima posizione un cross di Bouah respinto dal piede di Loria, poi è Masangu, completamente solo, a mandare fuori di testa. I giallorossi premono, provano a fare la partita, va al tiro anche Antonucci, con un destro di prima che finisce sul fondo, per Romagnoli un paio di interventi su Anzolin e Toure che non vanno oltre l'ordinaria amministrazione. La ripresa si apre con una discreta occasione sprecata, dopo pochi secondi, da Olivieri, tiro fiacco e parato: Vogliacco, dopo un ottimo primo tempo, sbaglia un appoggio, Masangu intercetta e lancia Celar, diagonale pericoloso, deviato da Loria.

CHE DOPPIETTA - Due minuti dopo cross basso di Celar, ottima rifinitura di prima di Masangu che trova Riccardi tutto solo in area, con il tempo di controllare e piazzare alle spalle di Loria: Roma in vantaggio. La Juventus prova a reagire con un angolo di Montaperto, Kulenovic è libero sul secondo palo, ma non ha il riflesso giusto per calciare da due passi. Poi la Roma allunga, con un gol da applausi a scena aperta: Riccardi prende palla nella sua metà campo, parte evitando tre difensori, entra in area e calcia in rete dal dischetto, secondo gol in 8'. E in un paio di occasioni potrebbe arrivare anche il tris: Loria salva su Masangu, poi su Marcucci, che salta di netto due avversari in area e va al tiro.De Rossi se la prende: la gara andava chiusa.

FINALE SOFFERTO - Aveva ragione, perché nel finale la Juve esce fuori: merito di Dal Canto che indovina il cambio, togliendo Oliveri per inserire Nicolò Fagioli, coetaneo e compagno di nazionale (Under 15, lo scorso anno) di Riccardi: il ragazzo, passato per Piacenza e Cremonese prima di approdare a Torino, ha velocità e piedi buoni, e al primo pallone toccato prova a infilarsi tra Kastrati e Masangu, che entra poco coordinato, e lo sbilancia. Rigore per la Juve, sul dischetto va il numero 10 Montaperto: Romagnoli intuisce la direzione del tiro, ma la palla gli sbatte addosso e finisce ugualmente in rete. I bianconeri prendono morale, e cominciano a premere, De Rossi prova a cambiare qualcosa richiamando in panchina Masangu per Sdaigui, all'esordio in Primavera. L'occasione più importante arriva a 6' dalla segnalazione di un lungo recupero: botta da fuori del centrocampista Di Pardo, Romagnoli ci mette una pezza, la palla arriva al centravanti Kulenovic che colpisce di testa, nuova parata, difficilissima vista la distanza ravvicinata, del portiere giallorosso, che salva il risultato, importante, meritato e prestigioso. Dopo 3 gare, Roma prima a quota 7.

IL TABELLINO

Juventus (4-3-1-2):
Loria; Kameraj, Vogliacco, Zanandrea, Anzolin; Portanova (22'st Morachioli), Toure, Di Pardo; Montaperto (31'st Narciso Campos); Kulenovic, Olivieri (26' st Fagioli). A disp. Siano, Delli Carri, Abreu De Freitas, Pereira Serrao, Capellini, Merio, Nicolussi Caviglia, Morrone, Galvagno. All. Dal Canto

Roma (4-3-3): Romagnoli; Bouah (16'st Kastrati), Ciavattini, Cargnellutti, Valeau; Masangu (36'st Sdaigui), Marcucci, Riccardi; Antonucci, Celar, Keba (26'st Besuijen). A disp. Pagliarini, Ciofi, Trusescu, Meadows, Cappa, Petrungaro, Pezzella. All. De Rossi.

Reti: 9'st e 17'st Riccardi (R), 28'st rig. Montaperto (J)
Arbitri: Perotti di Legnano (Donato-D'Alia)