In attesa che tocchi alla prima squadra, dopo una sosta in questo momento dannosissima visti gli ultimi risultati, alle 14.30 la Primavera giocherà a San Siro contro l'Inter: in palio la Supercoppa, primo trofeo della stagione. Un avversario temibile e ben noto, per una sfida vista e rivista: i nerazzurri hanno vinto lo scudetto dopo aver eliminato in semifinale la Roma, 1-0 firmato Emmersal 3'della ripresa,l'8 giugno 2017 al Mapei Stadium. E la Roma giocherà la Supercoppa grazie al successo in Coppa Italia, ottenuto dopo aver eliminato in semifinale l'Inter, doppio confronto il 7 e il 25 gennaio scorso, doppia vittoria, 1-0 al Tre Fontane, 2-1 allo stadio Breda di Sesto San Giovanni.In campionato quest'anno ha vinto l'Inter, 2-1 al Tre Fontane, nella gara in cui De Rossi fece giocare Emerson Palmieri, dopo l'infortunio al crociato: vantaggio nerazzurro con Zaniolo, pareggio di Masangu, gol decisivo di Rover a 9' dalla fine.Il belga nel frattempo si è fatto male, non gioca da Roma-Milan del 2 dicembre, e nel frattempo Alberto De Rossi ha trovato un nuovo assetto, inserendo in mediana Sdaigui, esploso contro il Qarabag, a qualificazione ormai sfuggita. Con il fiorentino di origine marocchina in mediana ci sarà l'intoccabile Marcucci, regista della squadra, e Riccardi, con Valeau arretrato in difesa,come terzino sinistro. Terzino destro sarà il 2001 Bouah, che nell'ultima gara prima della sosta - Lazio-Roma 2-2 a Formello - aveva lasciato il posto al fuoriquota Nura, classe 1997 quindi non utilizzabile in Supercoppa. Al centro della difesa spazio alla coppia titolare, con Cargnelutti al fianco di capitan Ciavattini, tra i pali il fuori quota Romagnoli, quarto portiere della prima squadra.

Emergenza in attacco

Di Francesco ha fatto il suo per aiutare De Rossi, convocando solo 21 giocatori per l'Atalanta, ma i problemi restano, specialmente davanti: Corlu non è utilizzabile, la Roma fa sapere di aver convocato tutti, ma Keba e Celar non giocano da un mese. Per cui a destra ci sarà Cappa, centravanti Antonucci, Besuijen a sinistra, pronto a scambiandosi col compagno. Convocato anche Cangiano, ala dell'Under 17. Ci sarà la diretta tv - su SportItalia - non la Goal Line Technology: la Lega l'aveva annunciata il 29 dicembre, 2 giorni fa si è accorta che non è prevista dal regolamento.