le panchine

Settore Giovanile: ecco gli allenatori per la prossima stagione

Con la conferma di Falsini si è completato il quadro dei tecnici. Under 18 a Tanrivermis, Ciaralli si occuperà dell'U17, Scala promosso insieme ai 2008

Gianluca Falsini, allenatore dell'Under 16 (Mancini)

Gianluca Falsini, allenatore dell'Under 16 (Mancini)

07 Luglio 2022 - 16:17

Con la risposta di Falsini, che ha deciso di rimanere alla Roma, nonostante Atalanta e Parma fossero disposte a offrirgli la panchina dell’Under 18 (mentre a Trigoria gli hanno proposto la stessa categoria con cui ha appena vinto lo scudetto, l’Under 16), si è completato il quadro delle panchine del settore giovanile per la stagione 2022-23. Manca ancora l’annuncio ufficiale, tranne che per la Primavera: Alberto De Rossi fece sapere già il 31 maggio, proprio al termine della finale persa ai supplementari con l’Inter, che avrebbe lasciato la panchina che occupava da 19 anni per assumere un nuovo ruolo, precisato già il giorno successivo dal club: responsabile sviluppo e formazione degli allenatori delle squadre nazionali.

Il 4 giugno è diventato ufficiale anche il nome del suo successore, Federico Guidi, uomo di fiducia del responsabile del settore giovanile Vincenzo Vergine, che lo aveva avuto alle sue dipendenze già alla Fiorentina, dove aveva allenato, tra gli altri, Gianluca Mancini, Federico Chiesa, e per qualche settimana anche Nicolò Zaniolo. Ora ripartirà dal gruppo dei 2004, campioni d’Italia Under 15 e Under 17, sconfitti in semifinale dalla Spal nel campionato Under 18. Un gruppo di grande valore, confermato quasi in blocco: sono solamente 4 i non confermati, ma complessivamente avevano giocato solamente 3 gare dall’inizio. Con loro qualche fuoriquota del 2003 - tra cui Voelkerling Persson e Tahirovic, che ora sono con la prima squadra - e, almeno per il ritiro, il croato Ivkovic. In questi giorni si sta allenando con Mourinho, ma quando i nazionali finiranno le ferie e torneranno a disposizione, e il gruppo partirà per il Portogallo, verrà aggregato al gruppo di Guidi, che si radunerà lunedì, e ha già fissato un paio di amichevoli di prestigio, il 17 luglio a Cascia con il Benevento, alta serie B, il 4 agosto contro l’Avellino, al Partenio Lombardi, lo stadio in cui giocano le partite di serie C. Nel frattempo la Roma continua a cercare almeno un difensore centrale, visto che Feratovic, Vicario, Tripi, Morichelli e Ndiayè (appena ceduto alla Cremonese, neopromossa in A) non saranno più utilizzabili per raggiunti limiti d’età.

Le altre categorie

Dopo il ritiro Ivkovic potrebbe tornare a giocare con i 2005, e sarebbe sotto età anche lì: da gennaio, quando è arrivato dall’Hajduk Spalato, lo ha fatto con l’Under 17, ora lo farebbe in Under 18. Categoria che, dopo l’addio di Scurto, che ha preso il posto di Coppitelli sulla panchina del Torino, sarà affidata al turco Tugberk Tanrivermis, che ritroverà i 2005, allenati già in Under 15 e Under 16, due stagioni senza vinti né vincitori (la seconda con solo due gare ufficiali, una lunga serie di  test match, poco più che amichevoli, anche se con squadre professionistiche) a causa del Covid. Era arrivato alla Roma nel 2018 il tecnico cresciuto nel Galatasaray, aveva vinto subito lo scudetto Under 15 con i 2004, dopo le due stagioni interrotte prima della fine il suo contratto era scaduto, ed era andato ad allenare lo Spezia, in Primavera 2 (10 vittorie, 4 pareggi e 10 sconfitte nel girone B, settimo posto finale con gli stessi punti dell’Ascoli). E un anno dopo l’addio, la Roma lo ha richiamato.

In Under 17 confermato Marco Ciaralli, che ha lavorato benissimo con una squadra su cui c’era molto da lavorare, tra talenti appannati e nuovi acquisti da inserire: i suoi 2005 hanno giocato bene, si sono rilanciati alla grande, ora ci riproverà con i 2006, che non hanno convinto molto per buona parte della stagione, ma poi hanno cominciato a correre nella finali, vincendo lo scudetto U16. Che ora porteranno sulle maglie i classe 2007, affidati proprio al tecnico che ha vinto, Gianluca Falsini. Ha alzato una coppa anche Mattia Scala, alla guida dell’Under 14, con cui ha giocato due campionati diversi: quello nazionale l’ha perso in semifinale con l’Inter, quello regionale l’ha vinto, battendo il Frosinone. E salirà in Under 15 seguendo il gruppo dei 2008, allenato quest’anno: faranno lo stesso un altro figlio d’arte, Andrea Conti, con i 2009, e Valerio D’Andrea con i 2010. Rubinacci, un fedelissimo di Bruno Conti, tornerà in panchina prendendo i 2011 l’Under 12, conferma nella categoria per Santucci e Mattei, Under 11 e Under 10, quelli che un tempo erano chiamati i Pulcini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tags: