I ragazzi di Trigoria

Under 16, Inter rimontata e derby ai quarti di campionato

I giallorossi, sconfitti 4-3 in una pazza gara all’andata, passano gli ottavi. Sblocca Nardozi, raddoppia Almaviva, De Franceschi para un rigore

, di Mancini

, di Mancini

19 Maggio 2022 - 13:00

Rischiavano di ricordarselo per tutta la vita il disastro dell'andata, i 2006 della Roma, capaci di andare a Milano, con l'Inter, nell'andata degli ottavi di finale del campionato U16, portarsi sul 3-0 e perdere 4-3: ieri sul 2-0 hanno avuto contro un rigore che poteva dare il via a una nuova rimonta. De Franceschi lo ha parato, non sono arrivati altri gol e la Roma (che sarebbe passata anche con un gol di scarto, per il miglior piazzamento in regular season) si è qualificata per i quarti, dove troverà la Lazio, che ha vinto entrambi i derby, chiudendo al primo posto: domenica andata a Trigoria.

La cronaca

Falsini conferma la difesa a 3, con Ragone tra Plaia e Mirra, i terzini De Luca e Litti sulla mediana, Pedro Lopes e Tumminelli al centro, e un attacco inusuale, con l'unica punta di ruolo, Nardozi, decentrato a destra, il fantasista Almaviva centravanti, e il jolly Mannini, che quest'anno in U17 ha fatto spesso il terzino destro, all'ala sinistra. Parte meglio la Roma, subito pericolosa al 2' con un cross di Almaviva, poi con una lunga azione manovrata che manda al tiro Pedro Campos, palla a lato. Ci prova anche Tumminelli su punizione, la palla sorvola l'area piccola e finisce sul fondo, un destro al volo dello stesso capitano viene respinto con la mano, l'arbitro la considera involontaria. Al 24' il gol, meritato, anche se un po' casuale: cross di Nardozi da trequarti, Mannini si avventa sulla palla a centro area, non la tocca ma finisce per ingannare lo stesso il portiere, palla in rete. 4 minuti e Litti salta l'uomo e mette in mezzo da sinistra, Almaviva stacca bene a centro area e devia il pallone del 2-0. A 5' dall'intervallo Mosconi porta palla arrivando sul fondo: Mirra entra in scivolata e lo travolge. L'arbitro indica il dischetto, si presenta Spinaccè che calcia col sinistro, centrale, De Franceschi si era tuffato ma riesce a respingere con i piedi.

All'andata l'Inter l'aveva ribaltata con i cambi, e anche stavolta Paolo Annoni ci prova: tre subito dopo l'intervallo, il centravanti Lavelli, il terzino Re Cecconi e De Pieri in mediana. Ritmi lenti, ci prova un paio di volte il difensore centrale Plaia, prima con un cross di prima intenzione che non trova compagni, poi con un colpo di testa in solitudine, pescato molto bene da una pennellata su punizione di Mannini, blocca Castelnuovo. Altri cambi per l'Inter al 10', e a quel punto le forze fresche cominciano a farsi sentire, nel caldo torrido di Trigoria, e i nerazzurri premono.

Falsini risponde togliendo l'ammonito De Luca per Feola, con Mannini che si allarga a destra e Ragone che avanza. Un contropiede avviato proprio da Ragone e rifinito col cross da Almaviva viene vanificato da Nardozi, che solo davanti al portiere manda alto, De Franceschi respinge con qualche difficoltà un tiro di Mosconi, poi Falsini cambia di nuovo: Almaviva, malconcio, lascia il posto a Della Rocca. Nardozi prova a farsi perdonare girandosi bene in area e calciando con il sinistro, ribattuto da un difensore. All'81' Nardozi recupera palla e va al tiro, di sinistro, respinto di pugno: Papa, piazzato meglio a centro area, voleva il pallone (e aveva ragione). Al 3' di recupero il direttore di gara, che non ha convinto nessuno (tantomeno la Roma) ammonisce Tumminelli: momenti di nervosismo, il tecnico dell'Inter entra in campo a richiamare i suoi, alla fine rosso per Tumminelli e Chiesa. Al 5' di recupero spunto sulla destra di Mannini, palla per Papa che calcia centrale, sprecando una buona occasione. Ma il tempo è scaduto: un po' di tensione per l'ultimo angolo dell'Inter, poi è festa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tags: