Rimanda ancora l'appuntamento con l'aritmetica del primo posto, la Roma U18, sconfitta 4-3 a Trigoria dal Torino di Asta, che ne approfitta per scavalcare la Fiorentina al secondo posto. Per Scurto è il terzo ko di fila, dopo quelli in trasferta con Fiorentina e Milan, ma restano 7 i punti di vantaggio. Il tecnico giallorosso non può contare sugli infortunati Gante, Pisilli, Pellegrini, Muratori e Lilli, oltre ai ragazzi aggregati alla Primavera (tra cui Padula), e vara un 4-3-1-2 con Francesco D'Alessio sulla trequarti, e l'attacco leggero Koffi-Joao Costa. In panchina i due centravanti di ruolo rimasti, l'inglese M'Bunya Alemanji, che finora ha convinto poco, e il 2005 Misitano, un solo spezzone finora sotto età, fino a martedì con l'Italia Under 17 (che si è qualificata per l'Europeo: Bolzan, che ha giocato titolare, è rimasto a riposo).

Tra i pali c'è Baldi, liberato dalla Primavera, ma è rivedibile sul sinistro del ghanese Ansah, che sblocca il risultato dopo 12'. Tre minuti e i granata raddoppiano con una deviazione ravvicinata di Bonelli, su cross di Gregori. Al 22' la Roma dimezza lo svantaggio con uno spunto personale di Francesco D'Alessio, con destro vincente da centro area. Ma dura neppure un minuto: D'Agostino, con il destro, centra l'incrocio dei pali. Un colpo di testa di Joao Costa esce di poco, al 35' il Toro cala il poker: angolo di D'Agostino, Ansah salta più in alto di tutti, e mette all'incrocio dei pali il pallone della doppietta.

Mezza rimonta

Dopo l'intervallo ci sono Ciuferri, Liburdi e Alemanji, al posto di Verrengia, Di Bartolo e Joao Costa, e le cose sembrano andare meglio: un paio di conclusioni di Liburdi vengono ribattute, Ciuferri trova il 2-4 dopo 8', con un gran sinistro a giro, che finisce in rete vicino al palo. Per la prima mezz'ora c'è in campo solo al Roma, poi ci prova il solito D'Agostino, con un pallonetto che scavalca Baldi, e viene salvato da Chesti. Al 39' capitan Falasca colpisce l'incrocio dei pali con un calcio di punizione, Francesco D'Alessio sfiora il palo un paio di minuti dopo, al 43' Alemanji accorcia le distanze, su cross di Falasca, con un destro deviato da un difensore. Quattro minuti di recupero, ma il risultato non cambia: al fischio finale momenti di nervosismo, ne fa le spese Leonardo D'Alessio, espulso. Lunedì la Roma proverà a chiudere i conti in casa del Genoa.