Se vincerà le prossime due partite, la Roma sarà prima in classifica. E la prima delle due - anche se Alberto De Rossi ai suoi ragazzi avrà detto il contrario - è una partita ampiamente alla portata: Palermo-Roma, alle 10, al Pasqualino Stadium di Carini, diretta su Roma Tv e streaming sul sito di SportItalia.

La squadra rosanero - allenata dall'ex giallorosso Giuseppe Scurto, tecnico che ha già una buona esperienza, nonostante i 35 anni, visto che i troppi infortuni lo hanno costretto a smettere prima dei trenta - lo scorso anno aveva vinto il campionato di Primavera 2, ottenendo la promozione, e quest'anno era partito molto bene, con tre vittorie nelle prime 4 partite. Dopo 8 giornate la squadra rosanero aveva fatto 16 punti, il 3 novembre aveva vinto 2-0 a Vinovo con la Juve, una settimana dopo 4-1 all'Udinese. Poi, di colpo, il crollo: 2 soli pareggi nelle ultime 11 partite, l'ultimo il 22 dicembre.

La crisi societaria si è fatta sentire anche sul settore giovanile, 5 giocatori sono andati via tra dicembre e gennaio, nessuno è arrivato, neppure in prestito (tra i nomi che erano circolati anche quello di Silipo, che nella Roma Primavera non trova spazio, e per oggi non è stato neppure convocato). Nel 2019 i rosanero non hanno ancora fatto un punto: sei sconfitte di fila. Sono l'unica squadra di serie B con la Primavera che gioca nella serie A dei giovani, ma se non si sbrigheranno a invertire la tendenza, torneranno in Primavera 2: al momento sono terzultimi, con un solo punto di vantaggio sul Milan, che cambiando tecnico e operando sul mercato sta riprendendo quota.

Ci sono i big

La Roma è arrivata in Sicilia quasi al completo: mancano solo i lungodegenti - a Calafiori e Bouah si è aggiunto anche Bianda, operato al collaterale - e Valerio Coccia, titolare nelle ultime due, con Napoli e Midtjylland. In Danimarca il difensore era uscito per crampi, oggi non ci sarà: al suo posto Daniele Trasciani, con capitan Cargnelutti che si sposterà di nuovo sul centro-sinistra.

In panchina ci sarà Alessio Buttaro, difensore dei 2002, alla seconda convocazione. Torna a disposizione Zan Celar, che sarà più fresco di tutti avendo saltato la trasferta in Danimarca, visto che il Youth League non può giocare. Il vice-capocannoniere del campionato - l'unico che ha segnato più di lui, il torinista Millico, ieri ha debuttato in serie A, contro l'Atalanta - partirà titolare, ma nel corso della gara potrà dare spazio al brasiliano Estrella Galeazzi, che ha debuttato mercoledì. Sabato prossimo c'è lo scontro diretto, con l'Atalanta capolista al Tre Fontane.