Sarà una gara senza ritorno quella che giocheranno i giallorossi alle 14.30 (diretta Roma Tv e SportItalia) al Centro Bortolotti di Zingonia, casa dell'Atalanta: i quarti di Coppa Italia Primavera sono in gara secca, due supplementari da 15' ed eventuali rigori in caso di ulteriore parità. «Si affrontano due squadre fortissime che il calendario ha messo l'una di fronte all'altra in maniera prematura - ha dichiarato Alberto De Rossi a Roma Tv - però questo è il calendario e questo è quello che ci aspetta. Il piccolo vantaggio è che l'ultima partita ci ha visto protagonisti, quindi affrontiamo la sfida con grande serenità». L'Atalanta è prima in classifica con 35 punti, contro i 32 del Torino, secondo, la Roma è quarta a quota 29, ma si è tolta lo sfizio di andare a vincere a Bergamo, il 27 ottobre, con tripletta di Zan Celar. «Le due squadre si rispettano - continua De Rossi - e allo stesso tempo sanno di avere nella propria squadra chi può risolvere il match da un momento all'altro.

Al di là dell'aspetto mentale, sarà una sfida molto equilibrata, con protagonisti importanti. In campionato è stato Celar ma anche lì è stata una partita equilibrata, ci hanno dato molto filo da torcere. Spero di replicare quel risultato della partita di campionato. Arriviamo in un momento differente: anche se siamo riusciti a vincere, la condizione atletica non era ottimale, non riuscivamo ad allenarci, per le convocazioni con le nazionali. Ora siamo riusciti a portare la nostra condizione a un buon punto: abbiamo rinunciato alle vacanze di Natale, di comune accordo, per allenarci un po' di più, cosa che non avevamo fatto a novembre e che abbiamo pagato caramente. Abbiamo attraversato un momento particolare, con 4 sconfitte consecutive e alcuni infortuni. Questo ha un po' condizionato i 29 punti che abbiamo in campionato: bilancio positivo, ma potevano essere molti di più».

Recuperi importanti

Per la gara di oggi Alberto De Rossi potrà contare nuovamente su Riccardi, che dopo l'esordio con l'Entella era stato convocato coi grandi anche per Roma-Torino, e poi lasciato a casa con la febbre. Tra i pali torna Stefano Greco, esce Marcucci (cercato dal Brescia) per la regola dei tre '99. Conferma per Bianda in difesa, prima chiamata per Darboe, a casa il belga Masangu.