Non avevano mai vinto in casa i 2006 in questo avvio di stagione, pareggiando prima con il Lecce che con il Napoli (che ha ottenuto il 2-2 a tempo scaduto con una schiacciata da pallavolista del 19 Pinzolo, talmente clamorosa che il video del gol di mano lo ha ripreso persino Espn), ieri con la Salernitana è finita 3-0, primo successo a Trigoria, terzo in assoluto, contando le due goleade ottenute in casa di Cosenza Reggina. Falsini ripropone tra i pali Guerrieri, conferma De Luca e Litti terzini, e schiera nuovamente al centro Mirra e Feola, visto che Plaia è salito in U17 al posto dell'infortunato Boldrini. Non sono soli: tra loro c'è anche Ragone, ex centrocampista, a formare una linea a cinque. Tumminelli e Pedro Lopes in mediana, davanti Nardozi, dopo la panchina col Napoli, assistito da Papa e Della Rocca. La prima occasione al 9': angolo di Litti, colpo di testa di De Luca sul fondo, un minuto dopo un sinistro di Nardozi viene deviato sulla traversa, ma il contropiede era partito con un attimo di anticipo, e l'assistente aveva alzato la bandierina. Al 13' un tiro di Pedro dal limite viene deviato in angolo, dalla bandierina lo stesso numero 8, sul secondo palo spunta Della Rocca e mette in rete di testa. Sei minuti dopo Nardozi mette in mezzo un bel cross basso per Della Rocca, che è solo in area, calcia di prima intenzione, ma trova la buona respinta di Pappalardo. Tre minuti dopo altra palla buona per Della Rocca, che manca il bersaglio di testa (ma era in fuorigioco). Al 29' tiro di Mirra da trequarti, mentre Della Rocca, che era in posizione irregolare, aveva iniziato a rientrare: quando Barretta intercetta la conclusione del difensore e la palla resta lì, il numero 11 della Roma è ormai tornato in gioco, ed è rapidissimo a girarsi e battere a giro, infilando il 2-0 all'angolino basso. Si ferma un attimo, guarda arbitro e assistente, e poi può esultare. Poco dopo altro gran destro di Mirra da fuori, traversa piena. Potrebbe trovare la tripletta Della Rocca, al 34', ma mentre controlla il pallone Barretta è bravo a rientrare e chiuderlo. Litti lancia De Luca, bravo il portiere a chiudergli lo specchio, poi il numero 3 ci prova calciando direttamente in porta, mancandola di poco. Nella ripresa davvero poco da segnalare: la Salernitana, nonostante i cambi, non ci crede più, la Roma controlla, la pioggia battente spegne i residui ardori. Il terzino destro Cioffredi, appena subentrato, prova in tutti i modi a mettersi in luce, ma la palla buona, sempre da destra, la mette Feola, Nardozi colpisce la traversa, rimbalzo sulla linea, nuovo colpo di testa del centravanti e palla in rete.

Primavera, Genoa ko

Ieri si è conclusa la giornata della Primavera: il Genoa, secondo, ha perso in casa col Bologna, nonostante l'ennesimo gol di Baseggio, restano 4 i punti di vantaggio della Roma sulle inseguitrici.