Procede la Roma. Senza squilli, ma procede. Cogliendo un pareggio che - pur non brillantissimo dal punto di vista del gioco - vale gli ottavi di finale di Europa League. Ovvero l'obiettivo che ci si era prefissati prima di volare in Belgio. Missione compiuta.

IL MIGLIORE - 6,5 MKHITARYAN Conosce bene la coppa, che ha già vinto da protagonista. Con la Roma ha avuto poche occasioni per mettere in mostra il suo talento anche in Europa. Ma in Belgio arriva in uno dei suoi momenti migliori e rimedia alla lacuna internazionale. Delizioso l'assist d'esterno con cui apre il corridoio dove si infila Kluivert. Gioiellino che arriva a coronamento di una splendida sgroppata centrale. Ma ogni volta che il pallone arriva dalle sue parti, viene trattato con qualità. Cala alla distanza, ma in questa fase è il lusso che la Roma deve permettersi.

6,5 LOPEZ Qualche esitazione di troppo sulle uscite aeree, ma fra i pali è sicuro, pur senza miracoli. In porta almeno un Pau di sicurezza.

5,5 SPINAZZOLA Correo con Mancini sull'1-0, fatica a stare dietro a David, che nel primo tempo gli sguscia via spesso e (mal)volentieri. Petrachi cerca di catechizzarlo nell'intervallo, ma non basta: a inizio ripresa prende un giallo che costringe Fonseca al cambio.

5,5 MANCINI Le prime battute di gara non sono felicissime. Scende palla al piede fino al limite dell'area avversaria, ma è ancora dietro che soffre, bucando l'intervento sul vantaggio belga. Col passare dei minuti si riprende un po', ma non offre la sua versione migliore.

6,5 SMALLING Anche quando i compagni ballano, è sempre lui il punto fermo. Chris re. Della difesa.

6 KOLAROV Gli basta un minuto per far tremare i belgi: il suo diagonale mancino coglie il palo. Nei restanti 89' tiene la posizione con esperienza, senza strafare.

5,5 CRISTANTE Affrancato dai compiti di regia pura in partenza dell'azione, si dedica alla fase di contenimento, ma tempismo e dinamismo non lo accompagnano. Salvate la lucidità del soldato Bryan.

5,5 VERETOUT Non preciso come ha abituato in fase di possesso, è ancora generoso nelle rincorse agli avversari. In una di queste a campo aperto spende il giallo che gli costerà il prossimo turno.

5,5 PEREZ L'eroe della gara d'andata resta evanescente nel primo tempo. Fa pochino anche dopo, fino alla sostituzione col connazionale.

6,5 KLUIVERT Trova il gol invocato alla vigilia. Bello il movimento che detta il passaggio vincente a Micki e frutta il preziosissimo pareggio che equivale a qualificazione. Non sempre compie le scelte più giuste davanti; in cambio fornisce aiuto prezioso in copertura. 

6 DZEKO Nella fase di sofferenza iniziale è costretto a dare una mano dietro, dove la sua mole fa da schermo. Poi si catapulta nella sua zona di competenza, dove prima un compagno gli soffia la palla buona per la battuta in area; poi ci prova con un colpo alla Ibra ma manca lo specchio. Da lì in poi si dedica alla consueta rifinitura.

6 SANTON Rileva Spinazzola e a parte l'equilibrio precario, tiene bene.

6,5 FAZIO Entra per irrobustire la difesa e sortisce gli effetti sperati grazie a fisico e posizione. Nel finale esce imperioso palla al piede.

S.V. VILLAR Nel finale, con leggerezza.