La stagione di Serie A edizione 2020-2021 ancora deve concludersi e già si è aperto il mercato degli allenatori. Sono diverse le panchine delle squadre di vertice che ancora non hanno un padrone in vista della prossima stagione; oggi cercheremo di capire quali sono gli scenari che si profilano all'orizzonte e che avranno ricadute sulle ambizioni stagionali delle principali squadre della nostra Serie A.

Pirlo è in uscita, Allegri alla finestra

La panchina più importante in bilico è sicuramente quella della Juventus. Andrea Pirlo, lanciato nella sua esperienza da allenatore alla guida di una squadra reduce dalla vittoria di nove scudetti consecutivi, non ha retto la pressione e la Vecchia Signora ha accusato più difficoltà di quanto non lo avesse fatto cumulativamente nei nove anni precedenti. L'eliminazione agli ottavi di Champions League per mano del Porto pesa come un macigno sul futuro del tecnico bresciano, insidiato nelle ultime ore da un possibile e clamoroso ritorno di Massimiliano Allegri. Il tecnico livornese, dopo due anni sabbatici, nelle scorse ore si è incontrato "segretamente" con il presidente Agnelli per parlare di futuro e, molto probabilmente, per programmare la Juventus che verrà. Eppure Allegri e la Juventus non si erano lasciati benissimo, anzi. Sembra difficile ipotizzare un ritorno di Max con Paratici ancora ai vertici della dirigenza, ma nel calcio come nella vita non bisogna mai dire mai. Anche dando un'occhiata alle notizie sul calcio, da qui al termine della stagione la Juventus sarà chiamata a concentrarsi sulla corsa alla prossima Champions, ma sono in molti a pensare che anche in caso di quarto posto il futuro di Pirlo sia già segnato.

Si attendono notizie sui rinnovi di Inzaghi, Gattuso e Fonseca

Tra le squadre di vertice, le uniche che sembrano conoscere il nome del futuro tecnico sono Inter, Milan e Atalanta, con Conte, Pioli e Gasperini che con ogni probabilità resteranno al proprio posto. In casa Napoli, invece, continua a tenere banco la questione legata al rinnovo di Gattuso, con il tecnico calabrese che di settimana in settimana sembra sempre più vicino all'addio. Al suo posto è ballottaggio tra Allegri, nel caso in cui non dovesse firmare con la Juventus, De Zerbi, in uscita dal Sassuolo, e Simone Inzaghi. Sì, perché la Lazio è un'altra delle squadre di vertice che ancora non ha deciso il proprio futuro. Il tecnico piacentino e il presidente Lotito stanno trattando da mesi ma al momento non hanno trovato un accordo e nella capitale si fanno sempre più insistenti le voci che vorrebbe un clamoroso scambio di allenatori con Gattuso alla Lazio e Inzaghi al Napoli. Il valzer degli allenatori è già partito e non vediamo l'ora di scoprire quale sarà la nuova situazione sulle panchine non solo della Serie A ma anche dei principali campionati europei per una stagione di calcio che si prospetta sempre più di alto livello.