Nella società odierna il successo di un prodotto si basa su una competizione sana ed efficace. Non è quindi casuale il fatto che proprio in queste settimane le più importanti aziende specializzate in console di gioco abbiano programmato le loro nuove uscite. Si tratta della PS5 da parte di Sony e della Xbox Series X per quanto concerne invece la galassia Microsoft. È un po' come quando, cambiando genere, si parla dell'Universo Marvel in contrapposizione a DC Comics.

Naturalmente sappiamo bene che non esiste un vero monopolio e che ci sono altre aziende che sviluppano e producono lo stesso tipo di prodotto. Nel campo delle console è infatti doveroso citare almeno Nintendo, senza scomodare i giganti del passato che stanno tornado in auge, per merito della tendenza del retrogaming, quali Commodore 64 e in misura maggiore, Amiga.

Del resto il libero mercato e la competizione prediligono queste griglie e schemi, attraverso cui porre una visione analitica essenziale e una comunicazione mediatica adeguata ed efficace. Specialmente durante una stagione dove il settore tecnologico sta attraversando un momento di hype mediatico, probabilmente senza precedenti della stessa entità e di impatto sociale. Viviamo un'epoca in cui i videogiochi concorrono e superano qualsiasi altra forma di intrattenimento e di svago, visto che né i libri, né il cinema o la musica possono tenere testa alla videoludica odierna.

L'unico possibile competitor, con le dovute differenze di sorta, è rappresentato oggi dalle piattaforme di streaming online e dall'utilizzo quotidiano delle cosiddette smart tv. Tv intelligenti dove però iniziano a spuntare i primi giochi e sperimentazioni di interazione da parte dell'utente. Siamo di fronte a un cambio epocale e generazionale per quella che è una delle principali industrie dell'intrattenimento. Dove gioca un ruolo importante anche un'azienda come Apple, con la casa di Cupertino che dopo aver lanciato il primo smartphone quasi 15 anni fa, si dice pronta per entrare nel mercato del gioco interattivo attraverso un portale esclusivamente dedicato al gaming.

Così se le piattaforme di streaming video puntano sempre più su un prodotto on demand, capace di ampliare l'offerta e il pacchetto standard, come abbiamo visto ad esempio con Prime Video di Amazon, non sarà difficile vedere tra qualche tempo, lo stesso tipo di logica dominare anche il settore dei videogames di categoria arcade, MMO, strategico e di simulazioni varie. Tra il successo del gaming e il lancio in pompa magna delle nuove console, il 2020 si avvia alla sua conclusione, senza dimenticare come sia stato un anno che ha visto un ritorno importante anche dei giochi di abilità come il poker e soprattutto per blackjack e baccarat, che rientrano nell'offerta di Casino777 uno dei siti più cliccati del momento, per quanto concerne invece il gambling digitale.

Il gambling che oggi viene praticato e svolto principalmente attraverso dispositivi mobili di ultima generazione, considerati dagli utenti coinvolti come maggiormente adatti, duttili e funzionali alle modalità di gioco odierne. In effetti se andiamo a vedere l'offerta legata al casinò online, possiamo scoprire come oggi questa tipologia di gioco possa essere gestita e praticata attraverso dispositivi mobili di ultima generazione. Il tutto avviene proprio dopo anni in cui si era detto che il gioco del poker avrebbe avuto più difficoltà a imporsi sul mercato, trattandosi appunto di un gioco di abilità con i suoi rituali, tempi e la strategia fondamentale.

Alla fine però anche per un gioco classico e immortale coma la roulette o appunto i giochi di carte come blackjack e baccarat hanno trovato un modo per svecchiarsi un po' ma senza perdere la loro identità, senza naturarsi. Il gameplay resta lo stesso di sempre, ma le aziende che si occupano di gambling hanno deciso di puntare su una versione snap più attuale e veloce, capace di destare attenzione per tutti gli utenti che lo praticano direttamente dai dispositivi e dalle app per smartphone, Android e iOS.