L'ottava giornata di campionato sarà ricca di emozioni e particolarmente scoppiettante. Ci sono ben due big match che indubbiamente stanno attirando le attenzioni non solo dei tifosi.

Sono le due romane impegnate in big match che fanno brillare gli occhi un po' a tutti i tifosi, visto che si tratta di grandi classici del calcio italiano. Da una parte troviamo Lazio-Inter, ma soprattutto dall'altra la Roma sarà impegnata sul complicatissimo campo della Juve, su cui negli ultimi anni non è stata in grado di raccogliere poi così tante soddisfazioni.

Il pronostico di Altobelli

Proprio in riferimento alla gara che vedrà i giallorossi provare a sfatare un trend piuttosto negativo, che li vedi spesso e volentieri perdenti sul campo dei bianconeri nel corso degli ultimi anni, si è espresso anche un grandissimo ex attaccante che ha vestito la maglia della Juve. Stiamo parlando di Spillo Altobelli, che è stato protagonista di una bella intervista che è stata rilasciata al blog sportivo L'insider

Altobelli ha le idee molto chiare anche in riferimento alla Juve che si troverà di fronte: nonostante la falsa partenza, infatti, si tratta di una squadra che non molla mai e che soprattutto è sempre in grado di risollevarsi anche quando viene data da tutti per spacciata. Un gatto dalle sette vite, a cui bisogna prestare attenzione.

L'arrivo di Mourinho in panchina, ma anche il grande colpo in attacco di Abraham dalla Premier League avevano scatenato in estate l'entusiasmo dei tifosi giallorossi, ma le ultime prestazioni, soprattutto alla luce della sconfitta patita nel derby contro la Lazio, hanno leggermente fatto scemare quella sensazione di elettricità che campeggiava nella prima metà di settembre. 

Dal punto di vista tattico, Altobelli è convinto che sarà una vera e propria battaglia, anche e soprattutto dal punto di vista mentale. Il match potrebbe riservare poche emozioni, visto che le due squadre inizieranno in maniera piuttosto bloccata e dovranno mantenere un buon equilibrio. La parola d'ordine, quindi, potrebbe essere quella di evitare di rischiare troppo in entrambe le zone del campo.

Altobelli è convinto che alla fine la spunterà la Vecchia Signora, nonostante la Roma abbia un potenziale offensivo incredibile, oltre al fatto che l'arrivo del tecnico portoghese ha portato una serie di innovazioni anche a livello tattico, però resta comunque una serie di problemi in chiave difensiva che devono necessariamente essere risolti. A centrocampo, invece, sarà Lorenzo Pellegrini a dover prendere in mano le redini della squadra.

Perché questa partita può essere un crocevia per la stagione della Roma

L'obiettivo della Roma, se vuole veramente lottare per lo scudetto, deve essere quello di espugnare il campo della Juve e lanciare, in tal senso, un segnale forte e chiaro anche alle altre pretendenti per mettere le mani sul tricolore. Una sorta di messaggio per dire che anche la Roma vuole essere presente in questa corsa che finirà a maggio. 

Detto questo, una sconfitta potrebbe avere un effetto pesante più che altro a livello psicologico, dal momento che poi si rifletterebbe in maniera negativa, di conseguenza, anche sulla stessa piazza romana, che è già abbastanza soggetta a dei cambi umorali in relazione ai risultati e al gioco espresso in campo da parte della squadra.

Certo, con una vittoria all'Allianz Stadium, Mourinho diventerebbe ancora di più idolo dei tifosi giallorossi, che lo consaprebbero come il vero imperatore che mancava a questa squadra per provare a tornare competitiva anche in ottica scudetto, dopo diversi anni in cui ha recitato esclusivamente la parte della comprimaria.