Durante ogni partita, che sia all'interno del campionato di Serie A, della Champions League o dell'Europa League, la tensione è sempre alle stelle. Sembra quasi che tutta la città in cui si disputa il match trattenga in fiato insieme ai tifosi. Quando arriva il tanto atteso appuntamento del campionato mondiale, a osservare in religioso silenzio ogni passaggio è una nazione intera. L'obiettivo è uno: la Coppa del Mondo. È in quest'occasione che si scontrano i più grandi campioni del calcio. In quei giorni tutti sono alla frenetica ricerca di maggiori informazioni sui capocannonieri mondiali, perché questa competizione affascina milioni di persone a livello mondiale.  Ma quanto ne sapete veramente sul trofeo rappresentante la Coppa del Mondo di calcio? Ecco qualche curiosità che forse ignorate.

Coppa del Mondo di calcio: il trofeo

Innanzitutto partiamo dal vero e proprio simbolo della Coppa del Mondo: il trofeo. Non tutti infatti sanno che alla base dell'idea e dello sviluppo della Coppa c'è un artista italiano. Nel 1970 la FIFA indisse infatti un concorso per la realizzazione della coppa e, tra le 53 opere proposte, fu scelta quella dello scultore e orafo Silvio Gazzaniga. Nella sua opera, raffigurante due atleti che nell'esultare reggono il Mondo, il Gazzaniga ha voluto unire "la gioia e la grandezza dell'atleta nel momento della vittoria". Il trofeo è attualmente prodotto in Italia, in un'azienda in provincia di Milano, la GDE Bertoni.

Trofeo Coppa del Mondo: replica o originale?

La Coppa del Mondo è una scultura realizzata completamente in oro e impreziosita da due bande di malachite semipreziosa, che si trovano sulla sua base. Sotto al basamento, a partire dal 1994, sono stati incisi i nomi delle squadre nazionali vincitrici del Campionato Mondiale di Calcio dal 1974 a oggi, seppur con qualche errore. Per esempio, le due vittorie della Germania Ovest (nel 1974 e nel 1990) sono riportate semplicemente come "Deutschland", benché il paese fosse ancora formalmente diviso.

Purtroppo, vederla dal vivo è pressoché impossibile, dal momento che il trofeo originale si trova a Zurigo, all'interno di un forziere inox e avvolto in ecopelle firmato Louis Vuitton. Raramente il trofeo viene esposto al pubblico, se non per cerimonie ed eventi di beneficenza FIFA. Inoltre, solo pochissime persone sono autorizzate a toccarla, oltre naturalmente ai vincitori (e al loro team tecnico): esclusivamente i capi di Stato e il presidente FIFA!

Campionato Mondiale di calcio tra passato e futuro

Chi ha vinto il Campionato Mondiale di calcio dal 1974 a oggi? Forse non sarà un dato determinante, ma potrebbe tornarvi utile nel momento in cui punterete la vostra scommessa:

·       1974: Germania Ovest

·       1978: Argentina

·       1982: Italia

·       1986: Argentina

·       1990: Germania Ovest

·       1994: Brasile

·       1998: Francia

·       2002: Brasile

·       2006: Italia

·       2010: Spagna

·       2014: Germania

·       2018: Francia

Per quanto riguarda il futuro, recentemente la FIFA ha confermato quando si faranno i prossimi mondiali di calcio e il relativo calendario delle partite. Si inizierà lunedì 21 novembre 2022 alle 11 (ora italiana) presso lo stadio Al Bayt di Al Khor, in Qatar, uno degli stadi più scenografici al mondo.